Questo sito contribuisce alla audience di

Louis Comfort Tiffany. Biografia: la Tiffany & Co

Maestro delle arti decorative durante l'epoca d'oro americana, artista poliedrico e visionario, fra i più originali ed influenti designer del periodo, abile nel combinare il valore artistico con l'utilità funzionale, anche nella produzione industriale; i suoi oggetti sono, oggi, collezionati ed apprezzati in tutto il mondo, ed insieme compongono il nome più illustre dell'arte (e del lusso) americani.

Cameo con il ritratto di Charles Lewis Tiffany in oro, conchiglia, sardonio, zaffiri e diamanti - 1900 caLouis Comfort Tiffany (1848-1933) nacque, crebbe ed operò a New York; sebbene oggi sia considerato l’esponente di punta dell’Art Nouveu d’Oltreoceano (e, quindi, dell’Arte Contemporanea in generale), la sua vicenda è anche la storia delle imprese commerciali che gestì e che furono il centro di riferimento per il gusto ed il lusso dell’America fra i due secoli passati.
Il padre Charles Louis Tiffany (1812-1902, nel ritratto di fianco) aveva fondato nel 1837, nel quartiere di Manhattan, la prima storica sede della “Tiffany & Co”, in società con John B. Young, che trattava svariati articoli (non solo la gioielleria per la quale è divenuta famosa, ma anche antiquariato, argenteria e cancelleria), usando la formula della vendita per corrispondenza e quella diretta presso il negozio. Dotato di innato fiuto per gli affari, egli approfittò di una diminuzione dei prezzi dei diamanti durante le rivoluzioni europee di metà secolo, e nel corso della Guerra Civile Americana si dedicò anche alla produzione di spade militari.
La sua dedizione costante fu rivolta a sviluppare la sua arte ed offrire alla ricca clientela i prodotti migliori per design e materiali; egli riuscì, così, nell’intento di fare del proprio negozio un importante centro d’attrazione per i clienti più prestigiosi: fra gli acquirenti del magazzino nella 5th Evenue vi furono presidenti, re e regine, che vi trovavano gli omaggi per le visite dei capi di stato.

Louis Comfort seguì a lungo, invece, una via artistica e commerciale indipendente dal padre, legando il proprio nome nella storia agli oggetti di vetro realizzati con la celebre formula del Favrile-Glass. A partire dal 1900, tuttavia, prestò la sua attivtà di designer anche per l’impresa paterna, che presenziava quell’anno all’Esposizione Universale di Parigi. La produzione di Louis Comfort si distinse rispetto a quella del padre per la scelta di materiali semi-preziosi ed il design richiamante forme naturali, fitomorfiche ed animali - secondo le tendenze generali della gioielleria Art Nouveau europea. Oltre ai gioielli, i laboratori di Tiffany realizzarono anche una linea di prodotti in rame e bronzo: set da scrivania, scatole, candelabri, boccette d’inchiostro, cornici.
In basso, sono riportati alcuni esemplari di una fra le più ampie collezioni di Louis Comfort: quella esposta al “Metropolitan Museum” di New York.

Louis Comfort Tiffany - Collana in oro, smalto, opale - 1904 caLouis Comfort Tiffany - Ornamento per capelli in platino, smalti e opali neri e rosa - 1904 caLouis Comfort Tiffany - Set da scrivania in favrile-glass e bronzo - 1910-1920 ca

Quando Louis C. rilevò l’azienda del padre (nel 1902, anno della morte di ques’ultimo), la catena di negozi da lui creata era un’impresa di grandi dimensioni, con circa 1000 dipendenti; la “Tiffany & Co” di Charles Louis e Louis Comfort fu il nucleo di quell’impero globale quale è oggi, con 7000 dipendenti in tutto il mondo ed un fatturato di 2,6 miliardi di dollari (dato del 2007 fornito da Wikipedia).
Fra i designer più talentuosi che lavorarono per la “Tiffany & Co”, si posso annoverare Donald Claflin (in basso è riportato un draghetto del 1962 in platino, oro, turchese, diamandi, smeraldi, rubino), Elsa Peretti e Paloma Picasso. (articolo successivo)

Donald Claflin - Spilla in platino, oro, turchese, diamandi, smeraldi, rubino_1967