Questo sito contribuisce alla audience di

Le lampade Art Nouveau di Louis Comfort Tiffany

Da Inizio Novecento, le lampade Tiffany, adatte sia ad ambienti classici che moderni, sono ammirate per la brillantezza dei colori ed il calore in grado di donare all'abitazione. Meravigliose forme naturali che si accendono all'interno di una stanza.

Tiffany & Curtis Freschel_Designer - WisteriaGli anni della nascita dell’illuminazione elettrica coincisero con quelli dell’Art Nouveau; gli stessi Thomas Edison e Louis Comfort Tiffany (padri, rispettivamente del moderno sistema di illuminazione e della serie di lampade di gran voga in Stati Uniti ed Europa) si conobbero nel 1885 durante i lavori di decorazione del “Lyceum Theater” di New York, ai quali entrambi partecipavano, e ripresero a frequentarsi a partire dal 1920, per via della vicinanza delle loro residenze in Florida.
Dopo aver fatto della luce naturale un elemento di espressione artistica, veicolato per mezzo delle vetrate colorate, Tiffany si dedicò, dunque, anche a quella artificiale: la sua produzione di lampade prese avvio nei laboratori della “Tiffany Glass & Decorating Company” dal 1897 ed ebbe il suo picco fra il 1900 ed il 1914; ancora oggi esse sono l’oggetto di Tiffany più popolare ed immitato, con numerose riproduzioni (a volte, purtroppo, di bassissima qualità e prodotte “a stampo”: un’autentica lampada di Tiffany lavorata artigianalmente è un’opera imperfetta, unica fra un esemplare ed un altro, nonostante la sua produzione seriale).

Differentemente da quanto si pensa, Tiffany non fu l’unico designer delle sue opere, ma si avvalse frequentemente di collaboratori, come Clara Driscol, la designer della fortunata lampada “Libellula” (prodotta in numerose variazioni), per la quale fu le riconosciuto un premio speciale della giuria durante la storica Esposizione Universale parigina del 1900.

Le tipologie di lampade Tiffany furono veramente varie: da tavolo, da pavimento o appese, con paralume in vetro soffiato o a mosaico di vetro, con base in bronzo, bronzo dorato o, a volte, mosaico, con motivi geometrici vegetali o animali. Forme e motivi fanno di questi oggetti gli esemplari dell’Art Noveau per eccellenza degli Stati Uniti.

Le lampade erano, per via del loro prezzo contenuto, gli oggetti Tiffany più alla portata, ma alcune furono realizzate, per elaboratezza e complesità della costruzione, su commissione ed in pochissimi esemplari. É il caso, per esempio, della lampada “Wisperia” (1902), composta da mille pezzi di vetro, del centro tavola “Pavone” (1898, tipico tema dell’Art Nouveau), sontuoso all’eccesso, la “Zinnia“, una lampada prodotta in esemplare unico e dalla particolare base perché composta da sei fusti d’alberi che sorreggono un paralume fiorito, e il “Loto Rosso“.

LibellulaLouis Comfort Tiffany & Clara Driscol - Libellula_Lampada da tavolo - 1902WiasteriaTiffany & Curtis Freschel_Designer - WisteriaLaburnumLouis Comfort Tiffany - Laburnum_Lampadaraio da tavola - 1903LotoLouis Comfort Tiffany - Red Lotus_Lampada da tavoloZinnaLouis Comfort Tiffany  - Zinnia_Lampada da tavoloPavoneLouis Comfort Tiffany - Pavone_Lampada da tavoloLouis Comfort Tiffany - Lampadario a muro - Tulipani di favrile-glassLouis Comfort Tiffany - Lampada da tavolo in favrile-glass con controbilancinciatoreLouis Comfort Tiffany - Viola_Lampada