Questo sito contribuisce alla audience di

La “Libellula” di Maeshima Shigeki: fantastica creatura Art Nouveuau

Dal bestiario di René Lalique una citazione dal Giappone di una delle sue opere più famose...

DragonflyIn clima di revival dell’Art Nouveau, vogliamo mostrarvi una curiosità.
Capita, a volte, che un’opera che ha fatto la storia dell’arte sia riportata anche da altri artisti in epoche successive. In queste pagine abbiamo descritto la “Libellula” di René Jules Lalique, straordinaria sintesi di abilità tecnica e fantasia, nella quale l’artista di Ay ha fuso il corpo di una donna a quello dell’insetto, generando, così, una creatura fantastica ed inquietante, di fronte alla quale è impossibile non rimanere ammaliati; un esplicito riferimento a quella che, crediamo, essere anche una delle opere fondamentali dell’epoca Art Nouveau, arriva nel lontano Giappone, precisamente all’interno di un manga (“fumetto” in giapponese) del disegnatore Maeshima Shigeki. Il breve racconto per immagini si intitola “Dragonfly”: il monile di Lalique è presentato sotto forma di crocefisso, ma in maniera, nel complesso, fedele rispetto all’originale. Una allusione dell’autore alla natura femminile e, nello stesso tempo, pericolosa della protagonista - una killer in cerca di vendetta.