Questo sito contribuisce alla audience di

La Cappella Bizzantina di Louis Comfort Tiffany

Nel 1893 Louis Comfort Tiffany realizzò, in occasione dell'Esposizione Colombiana di Chicago, gli interni di un'intera cappella per promuovere le opere a carattere sacro dei suoi laboratori. Il complesso, realizzato con la formula dell'innovativo Favrile-Glass, mischiava lo stile delle chiese bizzatine con il gusto moderno, il tocco unico di Tiffany.

Louis Comfort Tiffany - Cappella Bizzantina 1893Agli inizi degli anni Novanta dell’Ottocento, Louis Comfort Tiffany aveva dato avvio negli stabilimenti di Corona (New York) alla produzione del vetro a cui, ancora oggi, è legata maggiormente la sua fama: il Favrille-Glass, frutto di una ricerca sempre migliorata nel corso degli anni, durante i quali non mancarono anche delusioni sotto il profilo del successo commerciale.
Con l’affermarsi del suo nome e la crescita della domanda di opere di vetro, Louis C. vide giungere molte committenze da parte di istituzioni religiose e, così, nel 1893 decise di stupire il suo pubblico con un’opera senza precedenti: gli interni di una Cappella, comprendenti oggetti di culto in vetro, mosaici e finestre, ispirati allo stile bizzantino.
Lo splendore e l’opulenza dell’opera (1 milione di componenti di vetro) fecero il clamore atteso e contribuirono a rafforzare il suo nome.

La Cappella fu esibita, per la prima volta, con lo splendore della luce dei suoi vetri alla “Esposizione Colombiana di Chicago” del 1893, all’interno del padiglione del padre (il fondatore della celebre “Tiffany & Co“), ottenendo numerose medaglie e una grande affluenza di pubblico. L’ultimo giorno della manifestazione si fece avanti un’acquirente: Mrs. Cecilia Whiple Wallace, che ne fece dono alla Chiesa Episcopale di “Saint Jhon, the Divine”, a New York.
La storia della Cappella divenne, da questo punto, irta di incidenti che ne misero a repentaglio la sopravvivenza: nel 1911, infiltrazioni d’acqua la danneggiarono e costrinsero ad interdire l’acceso al pubblico, finché (nel 1916) Tiffany stesso la rilevò per installarla nella sua residenza estiva a Laurelton Hall. Dopo la sua morte, una parte degli oggetti fu venduta e nel 1957 la restante fu coinvolta nell’incendio dell’abitazione stessa. L’impegno della nipote Jeanett Mckean e del marito Hugh contribuì a ricostruire l’antico complesso, che fu raccolto al “Charles Hosmer Morse Museum of American Art” (Winterpark, Florida). Nel 1999 l’opera fu, finalmente, aperta al pubblico in tutta la sua interezza e splendore.

Louis Comfort Tiffany - Cappella Bizzantina 1893Louis Comfort Tiffany - Campo di Lilla - 1893Louis Comfort Tiffany - Croce tridimensionale vetro 1893Oggetti della Cappella Bizzantina di Tiffany al The Charles Hosmer Morse  Museum