Questo sito contribuisce alla audience di

Gioielli Vintage: Modernismo nel Regno Unito e Stati Uniti

Il gioiello Art Noueau fu un'espressione tipica del movimento artistico: un campo, vale a dire, di applicazione e sperimentazione privilegiato per innovazione del design, dei materiali e delle tecniche.

C R Ashbee - Pendente per collanaIn Inghilterrra il nome di Sir Arthur Lasenby Liberty (1843-1917) primeggiò nell’ambito dei gioielli, ma anche in quello degli argenti e degli oggetti in peltro (le linee, rispettivamente, “Cymric” e “Tundric”), declinati spesso anche alle capacità economiche del pubblico più ampio. Liberty era un mercante dotato di un ottimo intuito per gli affari e per la direzione stilistica da intraprendere, contribuendo di riflesso a diffondere lo stile ed il gusto francesi Art Nouveau presso le masse.
I più rinnomati e conosciuti designer di gioielli, che lavoranono per Liberty, furono Archimbald Knox 1864-1933) e Fred Partridge (1877-1942), mentre molti altri oggetti sono rimasti senza nome dell’autore.
Knox disegnò gioielli fra i più caratteristici, poiché mischiavano le linee moderne ed eleganti dello stile Art Nouveau con quelle della tradizione celtica dell’entrillac (la tipica decorazione complessa e labirintica di questo popolo antico), proseguita anche con gli oggetti d’arredo.
Più vicina allo stile francese puro di Lalique, fu invece la produzione di Partridge, raro esempio d’oltremanica di questa formula, che fu generalmente vista con diffidenza e bollata.

Dai laboratori della “Guild & School of Handicrafts” provengono altri interessanti oggetti di gioielleria. Charles Robert Ashbee (1863-1942), fondatore del movimento “Arts & Crafts” e della summenzionata “Guild”, “Corporazione” di artigiani basata sui principi socialisti di Morris e Ruskin, disegnò spille, fermagli, collane in argento, pietre e smalti, realizzati sucessivamente da altre persone con metodi di realizzazione artigiana, come volevano i principi della “Guild”. Una scelta, quest’ultima, sicuramente economicamente svantaggiosa rispetto alla produzione di tipo industriale di Liberty o dei tedeschi “Murrle, Bennet & Co”, che qualitativamente non apparivano da meno.

In Scozia si può ricordare, invece, l’esempio di Charles Rennie Mackintosh (1868-1928), eclettico artista fra i più noti del modernismo anglosassone, noto per le architetture (come la “Scuola d’Arte di Glasgow“) ed il design di mobili, ma incline anche al fascino dei gioielli. I suoi monili preservano il mededimo stile adoperato altrove: astratto, nervoso ma controllato, dalle forme tendenzialmente dritte e sottili. Ancora oggi, le sue riproduzioni sono diffuse e hanno un curioso commercio on-line.
Dalla scuola di Macintosh (il cosiddetto “Gruppo dei Quattro”, fondato assieme a Margaret e Frances Macdonald, ed Herbert MacNair) provenne anche Jessie M. King (1870-1949), designer che passò a servizio di Liberty, producendo per lui fra i migliori e più belli esemplari di gioiellieria dell’isola.

C R Ashbee - Pendente per collanaC R Ashbee - SpillaC R Ashbee - Spilla

Negli Stati Uniti, infine, ricordiamo il nome di Louis Comfort Tiffany che, sebbene avesse lasciato al design di gioielli un posto secondario nella propria produzione (concentrata sul quello di oggetti in vetro), non mancò di realizzare per la gioielleria paterna, la storica “Tiffany & Co“, alcuni fra gli oggetti più interessanti dell’epoca precendete all’ondata Déco. Divenuto direttore artistico e presidente della summenzionata società alla morte del padre fondatore, Tiffany realizzò anche una propria linea di oggetti in bronzo e rame.
Sempre dalla “Tiffany & Co” provenne la personalità di maggior spicco dell’oreficeria statunitense primo-novecentesca: Herman Marcus (1828-1899). Nel 1892, egli fondò un’impresa con il filgio William a New York ed in rivalità con la Tiffany, la “Marcus & Co”, e per essa realizzò gioielli in oro o platino, smaltati o decorati con gemme, che ricordano l’esperienza francese di Lalique, pur distinguendosi per un tocco più leggero e delicato. I suoi gioielli furono considerati esemplari unici di raffinata bellezza, che fiorirono sui corpi delle donne newyorkesi e sancirono, così, il suo successo. La sua impresa visse fino al 1962.

Louis Comfort Tiffany - Anello - Diamante giallo, smeraldo, oro - 1900Louis Comfort Tiffany - Collana in oro, ametista e nephrite_1906Louis Comfort Tiffany - Collana in platino e zaffiri del Montana con pendente - 1910 ca