Questo sito contribuisce alla audience di

Progetto Babele

Il suo motto, che compare su tutte le copertine, è: "Letteratura per divertimento". E pare che ci riesca, soprattutto se confrontato ad altre riviste che si occupano di libri, così serie e asettiche. Di che cosa stiamo parlando? Di Progetto Babele, naturalmente!

In comune, la mia sezione Libri/Autori e Progetto Babele hanno gli inizi, legati, per vie diverse, a Beppe Severgnini, perciò non potevo non aggiungere alle segnalazioni di siti che si occupano di libri e di autori un “prodotto” che possiede peculiarità tali da emergere fra gli altri.
Fondata da Marco R. Capelli, Progetto Babele è una E-zine bimestrale dedicata alla letteratura di intrattenimento, e viene diffusa a mezzo Internet sotto forma di file PDF scaricabile direttamente dall’omonimo sito e pronto, per chi preferisse la lettura su carta, ad essere stampato, il tutto gratuitamente. Particolare, questo, non trascurabile, dato il costo di molti altri periodici del settore ed il fatto che, come spesso accade, chi si occupa del Progetto, lo fa come occupazione secondaria, mosso, come si dice, dalla passione e non dai profitti.
Ma, tornando alla nostra E-zine, ogni numero contiene racconti, poesie, monografie, recensioni, curiosità, notizie ed appuntamenti, aneddoti più o meno noti su famosi scrittori, citazioni ed articoli di critica scritti dalle migliori “penne esordienti” del Web e diffonde circa 2000 copie ogni due mesi.
Fin dall’inizio Progetto Babele è stato concepito, almeno secondo le intenzioni dei fondatori, come risposta ad un “vuoto” del mondo degli e-writers, alla mancanza di punti di riferimento fissi; da qui, il proporsi come una sorta di guida. Va segnalata, inoltre, la scelta coraggiosa di non legarsi a nessuna casa editrice o autore particolare e di non accettare alcun tipo di pubblicità sul sito o sulla rivista, quasi a garanzia della propria imparzialità.
E’ sempre questa la motivazione che ha spinto gli ideatori di PB a dedicare rubriche anche alla recensione di altre E-zine, di e-book, di siti dedicati al mondo della scrittura. 
L’omonimo sito, che è riuscito, nel tempo, a distinguersi fra i tanti che sono andati ad aggiungersi alla fitta rete del Web, rimane comunque soltanto un luogo deputato alla distribuzione ed esposizione della rivista, ricoprendo la stessa funzione svolta dall’edicola o dalla libreria nel confronto dei prodotti cartacei, e non si identifica con la E-zine stessa.
Ma lasciamo che siano i numeri a parlare: più di 23000 accessi mensili (qualcosa come 500 “click” al giorno), una newsletter periodica che raggiunge 8000 lettori, 350 collaboratori e 600 tra biblioteche, case editrici e istituti culturali in Italia ed all’estero; 10 numeri regolari e due speciali, per un totale di 170 racconti e quasi altrettanti articoli e recensioni.
Un’attività in continua crescita, dunque, studiato, per usare le parole degli autori “per offrire ai lettori narrazioni divertenti e coinvolgenti ed, al tempo stesso, un prodotto curato, intelligente e di elevato livello”.
Secondo noi, ci sono già riusciti…

Ultimi interventi

Vedi tutti