Questo sito contribuisce alla audience di

"Spezie, Budella ed Accessori per Macelleria"

Il nuovo romanzo di Eugenio Cardi

Una Sicilia dai colori caldi. La pigrizia e l’indolenza di un Sud misterioso. La storia di una macelleria dal nome bizzarro e le rocambolesche avventure del suo proprietario, Rosario, alla ricerca del fratello scomparso. Questi gli ingredienti di Spezie, Budella ed Accessori per Macelleria (Giulio Perrone Editore, 2005) il nuovo romanzo di Eugenio Cardi. In tempi di aviaria e ritorno sulle tavole italiane della bistecca fiorentina, l’AssoMacellai, associazione nazionale di categoria, ha affiancato il proprio nome alla pubblicazione per unire informazione e letteratura. Questa pronta adesione “fa parte di quelle iniziative che ogni scrittore (ed ogni casa editrice) dovrebbe intraprendere per far arrivare la propria opera letteraria al maggior numero di persone possibile” (Eugenio Cardi). Un romanzo, quindi, che associa alla propria valenza letteraria un più ampio progetto di diffusione della lettura.

Rosario è il proprietario della macelleria che reca la bizzarra scritta “Spezie, Budella ed Accessori per Macelleria”. Nessuno aveva voluto cambiarla, così come nessuno dei protagonisti di questo romanzo riesce a cambiare il proprio destino. Rosario è ossessionato dalle donne della sua vita: Leda, la moglie, Sebiana, la figlia, Carmela, l’amante, e la macelleria, quasi fosse anch’essa una donna. Le subisce passivamente, nonostante l’esasperazione latente. È Sebastiano, il fratello maggiore a spezzare la monotonia delle vite di questa storia, con una fuga rocambolesca, all’inseguimento di sogni, puttane e libertà. Rosario segue le tracce del fratello fino nel golfo di Napoli, infilandosi in vicoli bui e fitti misteri.

Spezie, Budella ed Accessori per Macelleria: un titolo bizzarro, scelto quasi per caso. “L’ho notato in strada, scritto su un furgone. Mi è piaciuto e me lo sono trascritto”. Un racconto fluido, scritto con uno stile indolente che ben si adatta all’ambientazione sospesa fra i caldi pomeriggi di Sicilia e la splendida cornice del golfo di Napoli, due coste diverse che si ricongiungono in Rosario, nel fervente e segreto amore per il mare. Eugenio Cardi unisce all’amore per la narrazione introspettiva lo stile lento dell’affabulatore, che ben rappresenta l’ineluttabilità dei destini immutabili, schiavi del grande Sud e della sua indolenza, eppure fortemente immersi nella contemporaneità.

Eugenio Cardi ha 43 anni, è nato a Formia, vive e lavora a Roma. Laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Perugia, è al suo terzo romanzo. Ha pubblicato Una Coppia Qualsiasi (Progetto Cultura, 2003) e Senza Ritorno (A&B Editrice).

Giulio Perrone Editore

www.giulioperroneditore.it

Ultimi interventi

Vedi tutti