Questo sito contribuisce alla audience di

Forrester scrittura creativa

Corso di formazione per scrittori

Il perché della scuola

Per ben comprendere ciò che Scuola Forrester vuole essere ed è, ora che è giunta alla sua 4a edizione, occorre partire dal fine ultimo che si propone: la creazione di una generazione di scrittori capaci di portare una ventata di aria nuova nel panorama letterario italiano. Orizzonte peraltro angusto, fratturato al suo interno tra un’inossidabile casta di mandarini delle lettere e una zona grigia di semi cultura da banco, approssimativa sotto il profilo tecnico-compositivo, sotto quello di una lingua selvaggiamente impoverita e sotto quello dei contenuti.
Obiettivo non da poco, certo, ma alla portata di una scuola che alle spalle ha una casa editrice, la Tranchida, attiva da un quarto di secolo e ricca di un catalogo nel quale brillano nomi importanti della letteratura mondiale quali Yashar Kemal, William McIlvanney, Ibrahim Souss e molti altri. Impostata sul creative writing di stampo anglosassone, Scuola Forrester vuole far maturare il talento presente nei propri allievi non per portarli a “livelli di scrittura soddisfacenti” – per questo ci sono decine di “scuole di scrittura” – bensì per spronarli in continuazione alla ricerca di un proprio stile da sviluppare all’interno di un ambizioso percorso che ha come meta costante l’eccellenza.
Il programma teorico è basato sull’analisi e lo studio approfondito delle opere che hanno fatto grande la letteratura e di quelle pubblicate dalla casa editrice, spesso illustrate in prima persona dagli scrittori, i quali attraverso incontri, seminari, conferenze e lectio magistralis, oltre a condividere un confronto ragionato sui loro lavori, racconteranno di letteratura e letterature, sveleranno i segreti della loro scrittura e del rapporto affascinante e mai definitivo che ognuno ha con la parola.
Da una simile pienezza di partecipazione al gruppo di studio, la cui funzione è problematizzante e costruttiva al contempo, ogni progetto letterario comincia a mostrare concretamente la propria capacità di incidenza sul lettore.
Durante le lezioni una particolare attenzione sarà riservata alla destrutturazione dei testi al fine di risalire alle dinamiche creative degli autori. Si analizzeranno le trame, i personaggi e i loro caratteri, le strategie narrative alla ricerca del cuore di ogni scrittore, perché senza cuore e passione non si scrive nulla che valga la pena di essere letto.
Si imparerà a leggere e a sfatare quella logica perversa che vuole si debba leggere poco ma bene, selezionando accuratamente le letture. La selezione è importante, anzi essenziale, ma è possibile soltanto leggendo molto, moltissimo, perché il confronto con la scrittura ha bisogno di poggiare su basi solide e non su gambe traballanti.
Scrivere vuol dire infatti, comprendere innanzitutto la scrittura, intreccio inestricabile di pratiche e di saperi, e il suo affascinante evolversi nel tempo e nello spazio.
E si scriverà molto, alla Scuola Forrester. Ogni allievo elaborerà propri scritti dopo aver ricevuto le indicazioni necessarie per la stesura dei testi, la loro redazione in forma compiuta, la fase della riscrittura e poi ci saranno esercitazioni e un costante confronto con i docenti per la correzione dei lavori.
Vogliamo che ogni allievo possa affrontare l’affascinante mondo della scrittura con la consapevolezza che scrivere vuol dire esporsi, vuol dire prendere una posizione netta, vuol dire assumersi delle responsabilità nei confronti del lettore.
Per far parte di Scuola Forrester non bisogna aver solo un’irrefrenabile urgenza di scrivere – quella ce l’hanno in molti e non è certo garanzia di talento – si deve invece essere consci che il solo inchiostro non fa che imbrattare la pagina bianca. Per creare qualcosa di valido e duraturo occorre un foglio, una penna, ma soprattutto ci vuole passione, amore, capacità di sacrificio, sudore e cuore. Un cuore tanto grande e forte da trasformare il proprio scritto in una ragnatela perfetta e affascinante, nella quale catturare quella vittima, complice e consenziente, che è il lettore.

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 settembre 2006
La prima data per i colloqui è lunedì 2 ottobre
L’inizio dei corsi (Laboratorio) è martedì 10 ottobre 2006
L’inizio dei corsi (Officina) è giovedì 12 ottobre

Per informazioni:
Tel. 02-66802270 – Fax 02-69003425
e-mail: forrester.tranchida@gmail.com

Laboratorio:
Il corso si articola in 20 ore complessive suddivise in 10 lezioni.
Orario: dalle ore 20,00 alle ore 22,00
Frequenza: settimanale (il martedì)
Durata: 3 mesi (dal 10 ottobre al 5 dicembre 2006)
Quota iscrizione: Euro 300,00 (i.e.)

Officina:
Il corso si articola in 120 ore complessive suddivise in 40 lezioni.
Orario: dalle ore 19,30 alle ore 22,30
Frequenza: settimanale (il giovedì)
Durata: 9 mesi (dal 12 ottobre 2006 a luglio 2007)
Quota iscrizione: Euro 1.100,00 (i.e.)

Docenti:
Heiko H. Caimi, Giuseppe Ciarallo, Cristina Muccioli, Giovanni Tranchida

Sede dei corsi: via Gluck 59 – Milano
Sito: www.tranchida.it

Ultimi interventi

Vedi tutti