Questo sito contribuisce alla audience di

Premio Andersen - Il mondo dell’infanzia 2006

Premio Andersen, gli Oscar italiani ai libri per ragazzi I vincitori del Premio Andersen - Il Mondo dell’Infanzia 2006 sono stati scelti da una giuria composta dalla redazione della rivista ANDERSEN e dallo staff della Libreria dei Ragazzi di Milano

Gli autori, gli illustratori e gli editori premiati saranno presenti alla cerimonia di premiazione, sabato 22 aprile a Sestri Levante. Tra i libri premiati in ciascuna categoria, una “super giuria” di cento esperti a livello nazionale voterà per il miglior libro in assoluto, il Super Premio Andersen, il Libro dell’Anno 2006. Il Super Premio sarà assegnato domenica 7 maggio alla Fiera del Libro di Torino.

Le scelte della giuria: percorsi e riscoperte

Dalle scelte della giuria, ogni anno, emergono alcune tendenze in atto nel settore del libro per ragazzi, tematiche di particolare interesse, esempi di attenta progettualità editoriale, nonché singoli titoli che si distinguono per qualità della scrittura e dell’illustrazione.


• Un viaggio nel tempo, dall’infanzia all’adolescenza

Sfogliando i libri vincitori del Premio Andersen 2006, si compie un viaggio emozionante, che segue il percorso evolutivo del bambino, dal momento della nascita all’adolescenza. Gli autori, attraverso immagini e parole, descrivono la realtà dal punto di vista dei più piccoli: osservano il mondo “dal basso”; raccontano i sogni e i desideri di ogni età.

BIsognerà di Thierry Lenain e Olivier Tallec (Edizioni Lapis) narra di un bambino che osserva il mondo dalla “sua isola”. Vede le guerre e le carestie, sogna di dipingere le divise dei soldati e di lavare l’oceano, e infine prende una decisione importante: sceglie di nascere.

La notte di Wolf Erlbruch (Edizioni e/o) ha come protagonista una bambino di pochi anni che vuole esplorare la notte, e trascina il papà assonnato per le vie della città. L’adulto spiega che a quell’ora sarebbe meglio dormire, ma il bambino sa guardare la notte con occhi diversi, e la trasforma, popolando le strade di topi volanti e pesci che fanno la spesa, tulipani che pattinano e orsi bianchi.

Anche nello splendido albo Hai mai visto Mondrian? di Alessandro Sanna (Artebambini edizioni), si gioca a trasformare la realtà, e lo sguardo dei bambini entra così in contatto con lo sguardo di un artista. Insieme al piccolo Chaka, protagonista dell’albo illustrato di Marie Sellier e Marion Lesage (L’Africa, piccolo Chaka, Edizioni L’Ippocampo), entriamo nel continente africano, attraverso le storie e le leggende narrate da un padre al figlio.

La scoperta del mondo adulto, con i suoi segreti e la sua cattiveria, è invece al centro di Mr Punch (Mondadori, traduzione di Giorgia Grilli), una graphic novel di Neil Gaiman e Dave McKean. Il percorso prosegue, a questo punto, nei territori della narrativa. Archie, che ha undici e sogna di diventare scrittore, affronta la separazione dei genitori con il potere dell’immaginazione, trasformando se stesso e il fratellino Oggie nei personaggi di un romanzo d’avventura, sballottati tra Saturno e Giove, casa della mamma e casa del papà (Come sono diventato scrittore e mio fratello ha imparato a guidare di Janet Taylor Lisle, Salani).

Il mondo nei tuoi occhi (Fanucci), romanzo scritto a quattro mani da Loredana Frescura e Marco Tomatis e pubblicato nella nuova collana “Teens”, esplora invece i sentimenti dell’amore, con dolcezza e poesia.

Al femminile

Un secondo filo rosso del Premio Andersen 2006 è la presenza di autrici e libri al femminile.


Un importante riconoscimento va all’impegno di Orietta Fatucci, da trent’anni attiva nell’editoria per ragazzi, che attraverso il catalogo EL ha dato un contributo fondamentale alla crescita e allo sviluppo della letteratura per ragazzi nel nostro paese, scoprendo autori, promuovendo il tascabile e una narrativa attenta ai sentimenti dell’adolescenza.

Miglior scrittore 2006 è invece Giusi Quarenghi: sono trascorsi venticinque anni dalla pubblicazione del suo primo libro per bambini, e nel corso del tempo l’autrice bergamasca ha saputo misurarsi con differenti tematiche e fasce d’età, con la divulgazione e la filastrocca, il patrimonio fiabesco (C’era una volta, due volte, chissà…, Panini Ragazzi) e la riscrittura dei salmi (Edizioni San Paolo).

La miglior illustratrice è Vittoria Facchini, la traduttrice Giorgia Grilli. Il miglior libro di divulgazione, L’universo di Margherita, scritto a quattro mani da Margherita Hack e Simona Cerrato e pubblicato nella collana “Donne nella scienza” (Editoriale Scienza) con le splendide illustrazioni di Grazia Nidasio, narra la vita dell’astronoma fiorentina, che si intreccia con la storia del nostro paese. Il libro, sospeso tra biografia e autobiografia, aiuta a capire le ragioni di una passione e quanto coraggio è necessario per portare avanti un sogno. Ed è femminile anche il miglior albo illustrato, Principesse (Fabbri Editori), scritto da Philippe Lechermeier e splendidamente illustrato da Rébecca Dautremer: un insolito e affascinante catalogo che ha come protagonisti i personaggi fiabeschi più amati dalle bambine.

Il ritorno di Barbapapà, i personaggi degli anni Settanta che sanno parlare ai bambini di tutto il mondo


Questa primavera sono tornati in libreria, per iniziativa di Piemme edizioni, gli albi illustrati di Annette Tison e Talus Taylor, la mamma francese e il papà americano (marito e moglie) dei Barbapapà, protagonisti di una memorabile serie degli anni Settanta - con cartoni animati, libri e pupazzi.

Personaggi archetipici, soffici e multiformi, i Barbapapà parlano un linguaggio comune ai bambini di tutto il mondo e, con le loro storie, trasmettono un messaggio universale, sull’importanza dell’amicizia, della fantasia, del coraggio e del rispetto dell’ambiente. Il nome Barbapapà (all’estero privo di accento finale) deriva dal vocabolo francese “barbe à papa” (zucchero filato) ed è stato scelto per la sua sonorità infantile, che risulta subito familiare ai bambini di ogni lingua, dall’inglese al giapponese.

Gli albi illustrati dei Barbapapà ricevono il Premio Andersen come Miglior Libro “mai premiato” (la categoria che premia il ritorno in libreria di libri che sono ormai considerati classici moderni).

Ecco l’elenco completo vincitori Premio Andersen 2006

miglior libro 0/6 anni


La notte
di Wolf Erlbruch, Edizioni e/o

miglior libro 6/9


L’Africa, piccolo Chaka…
di Marie Sellier - illustrazioni di Marion Lesage, Edizioni L’Ippocampo

miglior libro 9/12 anni


Come sono diventato scrittore
di Janet Taylor Lisle - illustrazioni di Emanuela Orciari, Salani

miglior libro oltre i 12 anni


Il mondo nei tuoi occhi
di Loredana Frescura – Marco Tomatis, Fanucci Editore

miglior albo illustrato


Principesse
di Philippe Lechermeier - illustrazioni di Rébecca Dautremer, Fabbri Editori

miglior libro di divulgazione


L’universo di Margherita
di Simona Cerrato e Margherita Hack - ill. di Grazia Nidasio, Editoriale Scienza

miglior libro “fatto ad arte”


Hai mai visto Mondrian?
di Alessandro Sanna, Artebambini Edizioni

miglior libro “mai premiato”


Barbapapà
di Annette Tison & Talus Taylor, Edizioni Piemme

premio speciale della giuria


Bisognerà
di Thierry Lenain - illustrazioni di Olivier Tallec, Edizioni Lapis

miglior collana di narrativa

Collana Il gatto nero, Feltrinelli

miglior collana di divulgazione

Collana Homo Artifex, Motta Junior

Premio per il progetto editoriale


Gli albi illustrati
di Gallucci Editore

Menzione speciale


Orietta Fatucci
, editore Edizioni EL

miglior traduttore


Giorgia Grilli
per la traduzione di

“La comica tragedia o la tragica commedia di Mr. Punch”, di Neil Gaiman - ill. di Dave McKean, Mondadori

miglior illustratore


Vittoria Facchini
(i suoi libri sono pubblicati da Mondadori, Ediz. EL, Emme Ediz., Fatatrac, Officina Blu)

miglior scrittore


Giusi Quarenghi
(i suoi libri sono pubblicati da Ed.San Paolo, Mondadori, Giunti, Franco Panini Ragazzi)