Questo sito contribuisce alla audience di

Festival della Scienza di Genova

Editoriale Scienza, specializzata in divulgazione scientifica per bambini e ragazzi e nota per i grandi libri di scienza, i libri-gioco e i manuali pratici di esperimenti, torna al Festival della Scienza di Genova: da venerdì 23 ottobre a martedì 1 novembre parteciperà attivamente all'appuntamento che ogni anno porta nel capoluogo ligure decine di migliaia di persone a toccare con mano la scienza

Editoriale Scienza al Festival della Scienza di Genova

I laboratori

Ogni giorno dal 23 ottobre al 1 novembre dalle 10:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 19:00 il sabato e nei festivi, nella sala espositiva di Galata il Museo del Mare, c’è il laboratorio Galileo, giochi e giocattoli sull’aria, dove si parlerà di e si giocherà con l’aria, le sue proprietà e i suoi effetti.

Gli appuntamenti

- Il 29 ottobre al Teatro della Tosse, in Sala Agorà, dalle 18:00 alle 20:00 c’è la conferenza-concerto Galileo Superstar, dalla musica alle stelle, di Luca Novelli e della musicista Gabriella Perugini.

E’ uno straordinario Galileo, musicale, simpatico ed estroverso quello raccontato da Luca Novelli insieme alle musiche originali rinascimentali, eseguite da Gabriella Perugini, liutista e studiosa di musica antica. Il grande scienziato, che per primo ha alzato il cannocchiale verso la Luna, era infatti figlio di Vincenzo Galilei, ottimo musicista.
Papà Vincenzo donò ai figli l’amore per il liuto e parte del suo talento. Michelangelo Galilei, fratello di Galileo fu anche lui autore di madrigali e ballate. Le eseguì nelle principali corti europee, in particolare in quella del Granduca di Baviera. Anche Galileo suonava il liuto, per esempio con gli amici nella sua casa di Padova, ma preferiva far spettacolo in pubblico con la scienza e con le stelle, delle quali si era autonominato ambasciatore.

- Il 30 ottobre, dalle 15:00 alle 17:00, alla libreria Feltrinelli, c’è la conferenza di Cristiana Pulcinelli su Alla ricerca del primo uomo.

Cristiana Pulcinelli racconta la storia di Mary Leaky, appassionata archeologa e paleontologa inglese, la cui esistenza è stata tutta dedicata a un’unica missione: gettare luce sul nostro passato più remoto. Mary Leaky ha trascorso tutta la sua vita sotto il sole dell’Africa, a scavare, setacciare, raccogliere e ricomporre frammenti di ossa, pezzi di denti e schegge di pietra, operando scoperte fondamentali per individuare l’Africa quale culla dell’Homo sapiens. Sempre circondata dalla sua famiglia è stata l’artefice di alcune delle più entusiasmanti scoperte archeologiche del Ventesimo secolo: dal ritrovamento del Proconsul, considerato allora l’anello mancante, la specie di passaggio tra le scimmie e l’uomo, alla scoperta dell’Homo Habilis, fino alla straordinaria “camminata di Laetoli”, una fila di impronte fossili lasciate da una famiglia di ominidi bipedi vissuta due milioni di anni fa.