Questo sito contribuisce alla audience di

Speciale letture estive

Ce n'è per tutti i gusti: libri belli e colorati, da leggere, da fare, da farsi leggere

Sì, lo so, le scuole sono finite e molti bambini hanno solo voglia di chiudere i libri e di non riaprirli più fino a settembre.
Ma io so che non per tutti è così, che alcuni amano leggere e che quelli che considerano la lettura una tortura, forse devono ancora trovare i libri giusti che facciano nascere in loro l’interesse e, speriamo, la passione per i libri.
E allora ecco qualche consiglio per trascorrere divertendosi alcuni momenti delle vacanze estive, organizzando magari una caccia al tesoro o sognando ad occhi aperti, in compagnia di personaggi che di sicuro non si incontrano spesso sulle spiagge o durante le passeggiate in montagna, …

Cominciamo allora proprio dal nuovo libro di Marsilio Parolini, Caccia al tesoro per tutte le occasioni: un libro ricco di idee e di spunti per organizzare un gioco fra i più classici ed entusiasmanti.
Ci vengono suggeriti i tipi di caccia al tesoro, i temi, i percorsi, indovinelli ed enigmi da risolvere; le difficoltà, gli ingredienti e i trucchi non solo per dar vita ad una gara coinvolgente, ma anche per vincere.
Che siate in campagna, in un parco, al mare o in giardino, non c’è nessun problema: ora manca solo la fantasia e l’intuizione degli organizzatori e dei partecipanti!

Alcune famiglie sono meno noiose delle altre: c’è allegria, forse un po’ di confusione, ma di sicuro tanto amore. E’ il caso di Cecilia, nove anni, quasi dieci, capelli rossi e ricci, gambe lunghe e strette come pali della luce, lentiggini e orecchie un poco a sventola. Altri segni particolari: il naso che d’inverno cola e cola e cola. La storia che ci racconta è quella che la vede protagonista con sua nonna Topina (così detta per via della struttura minuta e il naso affilato) nel riuscito tentativo di rendere inoffensivo un dottore dei bambini capace di trasformare ogni visita in un incubo.
Tante avventure divertenti e istruttive per il simpaticissimo libro scritto da Zita Dazzi, con illustrazioni di Barbara Bongini: Sciroppo di lumache e altri rimedi.

Ci sono bambini curiosi che fanno un sacco di domande. Il piccolo protagonista di Dove vanno i sogni? vuole sapere che fine fanno quando si sveglia e si prepara per un nuovo giorno. Le semplici risposte, date anche attraverso le colorate e vivaci illustrazioni della stessa autrice, Lila Prap, accompagnano il piccolo lettore in mondi vicini e lontani, da raggiungere anche con la fantasia.
Fra le tante risposte, bisognerà arrivare all’ultima pagina per scoprire la fantasiosa verità.

Che cosa succede se un ranocchio con un costume a strisce comincia ad avere qualche problema di identità e si mette in discussione per il fatto di non saper volare come Anatra, di non saper cucinare come Porcello, di non saper leggere come Lepre?
Tutti gli altri animali sembrano essere più intelligenti di lui, un povero, comune ranocchio verde!
L’insegnamento di questo simpatico racconto di Max Velthuijs, dal titolo Ranocchio è un… ranocchio, è che solo accentandosi – accettando i propri limiti e scoprendo le proprie abilità –, è possibile essere felici. Proprio come Ranocchio.

Per chi, con la lettura, vuole nutrire anche lo spirito, due volumi dalle illustrazioni delicate e molto suggestive: Il Padre Nostro spiegato da Enzo Bianchi (fondatore e priore della Comunità monastica di Bose), con illustrazioni di Donata Dal Molin Casagrande , e C’è un filo di Manuela Monari e illustrato da Brunella Baldi.

Nel primo, la preghiera che Gesù stesso ha insegnato ai suoi discepoli viene spiegata dall’autore frase per frase, in modo semplice, diretto – ma sempre con precisi e puntuali riferimenti alle Letture. Un modo nuovo per riscoprire questo “filo diretto” con il Padre.

Nel secondo, invece, c’è la scoperta, come può essere quella di un bambino piccolo, della prima idea di Dio. L’autrice ha scelto di rappresentarla come un “filo”.
Può essere considerato amore, intelligenza o verità, ma di certo, questo filo non si spezza mai ed è ciò che unisce tutte le cose e persone.