Questo sito contribuisce alla audience di

Parole prese in prestito - Federico Poggipollini

Ecco il testo del brano di Federico Poggipollini

Poggipollini
Una lettera aperta dentro il cassetto,
una foto dove ero quasi perfetto.
Dentro l’armadio fatto con le tue mani
pochi vestiti ma fondamentali.
Una lettera in bianco.
Non ci sono parole,
non mi arriva il senso
ma solo l’odore.
A casa mia,
a volte a casa mia
io ripenso.

Sola nel mio inverno
sei il mare
che non ho mai visto.
Uno sguardo e non ti perdo
perché adesso io so che esisto.
E tutto quel che hai detto
sono parole prese in prestito.

Giro nudo per casa con la paura
di camminare sui cocci di cuore.
Vorrei sapere da te
se ho solo sbagliato
o se credi soltanto
che ti ho derubato.
A casa mia,
a volte a casa mia
io ripenso.

Sola nel mio inverno
sei il mare
che non ho mai visto.
Uno sguardo e non ti perdo
perché adesso io so che esisto
e tutto quel che hai detto
sono parole prese in prestito.

A casa mia da qualche parte.
A casa mia da qualche parte.
Sto cercando le tue tracce,
io cerco ancora le tue tracce.
Una lettera aperta
in cui ho scritto
cose di te che non ho mai detto.

Sola
sei quel mare
che non ho mai visto.
Sola
sei lo sguardo
che non ho mai perso.
Parole prese in prestito.
Parole prese in prestito.

(Foto: http://viewmorepics.myspace.com/index.cfm?fuseaction=viewImage&friendID=197648989&albumID=326584&imageID=24673870)