Questo sito contribuisce alla audience di

Verso Oriente - Federico Poggipollini

Ecco dove trovare il testo della canzone di Federico Poggipollini

Poggipollini
Sai quante volte ho sognato un viaggio
attraverso miglia di deserto
ad occhi chiusi sul cielo aperto.
E cammino dentro un mercato,
l’argento vivo sulla mia mano,
la vecchia Delhi, un odore strano.
Sentivo il suono del sitar, le preghiere
come un’eco nelle vie.

Viaggio verso oriente, verso l’anima che ho.
Viaggio lentamente, so che non mi perderò,
verso oriente.

Sai quante volte ho guardato il cielo:
qui sulla porta di un monastero
sul viso di donne con il velo.
Sudore e vento sulla mia pelle
nel caldo umido di Bombay,
malinconica come lei.
Sentivo il suono del sitar, le preghiere
come un’eco per le vie.

Viaggio verso Oriente, verso l’anima che ho.
Viaggio lentamente so che non mi perderò.
E nei gesti rallentati, in quegli occhi rassegnati
troverò la forza che non ho.
Viaggio verso oriente, verso l’anima che ho
Viaggio lentamente, so che non mi perderò.
Verso oriente, verso oriente…

(Foto: http://viewmorepics.myspace.com/index.cfm?fuseaction=viewImage&friendID=197648989&albumID=326584&imageID=32775634)