Questo sito contribuisce alla audience di

Niente paura, documentario atipico

Secondo Cineblog, il film "non vuole dimostrare nulla ma spinge a pensare a confrontarsi con la società, anche attraverso la musica di Luciano Ligabue"

niente pauraNiente paura è un documentario atipico, non vuole dimostrare nulla ma spinge a pensare a confrontarsi con la società, anche attraverso la musica di Luciano Ligabue, che non a caso chiude i suoi concerti con la canzone Buonanotte all’Italia con un video che mostra i volti delle grandi persone che hanno fatto molto per il nostro paese, ricordando che l’Italia è di chi la abita e non di chi lo governa”. Questo il commento di Cineblog al film di Piergiorgio Gay.

“La frase di John F. Kennedy “Non chiedere cosa poi fare per e, chiedi cosa puoi fare per il tuo paese” sembra diventare un mantra che risuona continuo nel sottofondo del film - spiega l’autore del post Carlo Prevosti -. Gay e Ligabue sono alla ricerca di quell’identità nazionale che si dimostri non razzista, non regionalista e spinta da un sano ideologismo”.

(Foto tratta dal web)