Questo sito contribuisce alla audience di

Come è nato Tutte le facce del mostro

Ligabue si racconta oggi, lunedì 6 dicembre, in un'intervista a Repubblica

ligabue“E’ stato un lavoro di ricerca. Ci sono molti modi di riprendere una chitarra acustica, in questo senso i microfoni assomigliano alla cinepresa. Piuttosto che avere un mondo cupo e molti riverberi, ho scelto un suono brillante, e ho suonato il dobro, il bouzouki, le tastiere: insomma mi sono preso tutte le responsabilità, all’opposto dell’esperienza con l’album originale. Ho cercato di far in modo che la voce fosse più rilassata possibile, a volte ho abbassato le tonalità, o rallentato il ritmo. E succedono cose strane, per esempio Un colpo all’anima è un pezzo che parla dell’assenza di una persona, ma nell’originale è una cosa su cui però invito a ballare, come a non dargli peso. Nella versione acustica il sentimento malinconico arriva più forte, e in un certo senso è più fedele al senso originale: qui la voce non ha scuse, non c’è rock a confondere…”.

(Foto tratta da Ligachannel)