Questo sito contribuisce alla audience di

Visite guidate alla Genova sotterranea

Patrocinato dal comune di Genova, il Centro Ricerche Ipogee Genova organizza, tutti i giorni, visite guidate alla città sotterranea. Una di queste visite si svolge in pieno centro storico, in uno dei[...]

ponte via xx settembre genovaPatrocinato dal comune di Genova, il Centro Ricerche Ipogee Genova organizza, tutti i giorni, visite guidate alla città sotterranea.
Una di queste visite si svolge in pieno centro storico, in uno dei luoghi simbolo di Genova, parliamo dei sotterranei del Ponte Monumentale di via XX settembre, costruzione progettata dall’architetto Cesare Gamba nel 1800.

Viaggiando immersi nel buio del sottosuolo cittadino, all’interno della struttura incava del ponte, si prende parte ad una vera e propria avventura, assaporando il gusto del mistero si torna indietro nel tempo attraverso i secoli alla scoperta della storia e del volto segreto della città, fino a raggiungere le famose mura del Barbarossa.

Un patrimonio ricco di testimonianze imprevedibili. Lo scenario è oscuro e accattivante, si incontrano bastioni, camminamenti, cisterne, passeggi segreti e gallerie. E’ possibile visitare il bunker segreto del Palazzo Doria Spinola, costruito durante la seconda guerra mondiale sotto il parco di Villette di Negro, destinato ad accogliere gli uffici della Prefettura in caso di bombardamento nemici.

E ancora, una grotta artificiale, situata fra p.le Corvetto e il parco dell’Acquasola. Le prime scoperte del sito avvennero nel 1987, quando un gruppo di spleleologi del “Centro studi sotterranei” capitanata da Roberto Bixio iniziò a scoperchiare i tombini dell’Acquasola trovando un varco che immetteva in uno strano pozzo. Una cavità di dodici metri che prosegue con una serie di gallerie facenti parte dell’acquedotto storico e infine un muro.
Dietro a quel muro, si ritrovarono di fronte ad uno scenario imprevisto: gallerie alte due metri con delle curiose nicchie dove probabilmente i soldati depositavano munizioni e viveri.
Più avanti scalinate, vani allargati e pareti crollate, il percorso diventava sempre più difficile e sempre più misterioso.
Finchè non iniziarono a trovare delle ossa e capirono che erano ossa umane, sempre di più fino a formare cataste alte due metri.
Probabilmente increduli di fronte a quello scenario si insinuò nelle loro menti una leggenda che parlava degli spiriti che aleggiavano nel parco dell’Acquasola.
Gli spiriti sarebbero quelli dei genovesi (circa 70000) morti durante la peste del 1656-57 che vennero accumulati nella zona dell’albergo dei poveri, lontani dal centro cittadino, dai bergamaschi che in cambio ricevettero il monopolio dei movimenti delle merci nel porto.
Ovviamente un patrimonio che la soprintendenza all’archeologia ha prontamente vincolato.

Nelle profondità del Ponte Monumentale sono scesi anche ospiti illustri, fra i quali Alberto Angela con al seguito le telecamere e di recente Osvaldo Bevilacqua con la trasmissione Sereno Variabile.

Per ulteriori informazioni, orari e prenotazioni è possibile telefonare al n. 00393478968616 e visitare i siti: crig e iceland2001

Fonte fotografica: www.flickr.com

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Profilo di Nostraliguria

    Nostraliguria

    26 Dec 2009 - 15:09 - #1
    0 punti
    Up Down

    PER chi desiderasse visitare anche il centro storico, alcuni suggerimenti per creare un possibile tour:

    GENOVA, LA SUPERBA
    Mattino. A bordo del pullman giro cittá: il porto antico, la Lanterna, la casa di Colombo, le scenografiche aiuole con le tre caravelle, l’elegante via Venti Settembre. A piedi visita del centro storico, il più vasto d’Europa. Tra stretti carruggi e vie nobiliari, con i palazzi Grimaldi, Doria e Spinola, si schiudono ambienti raccolti, come piazza S. Matteo, e magnifici monumenti, come la Cattedrale, il Palazzo Ducale, Porta Soprana.
    Pomeriggio. Visita ad un Museo. Palazzo Reale (‘600-‘700): prestigiosa residenza dei Balbi e dei Durazzo passò ai Savoia nell’Ottocento. Ne visiteremo i saloni di rappresentanza, gli ambienti di vita quotidiana, la sala del trono e la celeberrima galleria degli specchi. Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. I Musei di Strada Nuova. Tra capolavori di Rubens e Van Dyck i palazzi Bianco e Rosso ospitano splendide collezioni di ceramica e il violino di Paganini. In alternativa visita dell’Acquario.

    GUIDE TURISTICHE-AMBIENTALI

    LA NOSTRA LIGURIA

    info tel: 339-4402668

    cuney2653@yahoo.it

    Http://digilander.libero.it/guideliguria