Questo sito contribuisce alla audience di

Triora Il Paese delle Streghe

<a href=Triora” />
Ci troviamo a Triora, in provincia di Imperia sul monte Trono a circa 700 metri di altezza.
Il percorso per raggiungere questo suggestivo Borgo Medioevale è tortuoso, un susseguirsi di tornanti, ma una volta arrivati in cima si viene ripagati dal panorama.

Lo sguardo domina tutta la vallata sottostante, a Triora si respira un’atmosfera carica di mistero. Passeggiando per gli stretti vicoli di pietra e ciotoli si ripercorre la storia di questo paese che divenne famoso in seguito al “Processo alle Streghe“, iniziato nel 1587 e terminato nel 1589 dopo crudeli supplizi.

La Leggenda narra che a seguito di una terribile carestia che durò alcuni anni, gli abitanti del Borgo iniziarono a sospettare che la causa fossero proprio le streghe che si riunivano alla Cabotina e mettevano in atto i loro terribili malefici.

Molto conosciuto è il Museo Etnografico e della Stregoneria, dove è stato fedelmente ricostruito l’ambiente agricolo di Triora di quel tempo.
Al piano inferiore del Museo troviamo le antiche prigioni. Qui vengono conservati tutti i documenti che riguardano il processo alle Streghe.
Si legge negli atti che tutti, dodici donne e un uomo, accusati di stregoneria, subirono in queste antiche prigioni ogni sorta di torture che terminarono con la condanna al rogo.

A Triora possiamo visitare i luoghi frequentati anticamente dalle Streghe:
La Ca Botina, definita “orrida e deserta” è il luogo, fuori dalla cinta muraria, dove si svolgevano i rituali;
La Fontana di Campomavùe;
La Fontana detta della Noce;

Il territorio dove sorge Triora risulta abitato fin dall’antichità, il ritrovamento di antichi resti archeologici testimoniano la presenza di vita umana risalenti al Neolitico medio, fra il 3800 e il 3000 a.c. Fra i numerosi ritrovamenti alcuni vasi a bocca quadrata sono testimonianza delle suppellettili prodotte dalle popolazioni preistoriche che vivevano in molte grotte e anfratti di Triora, ma anche nel Finalese nelle caverne delle Arene Candide e in quella di Pollera.

A Triora, ogni anno in occasione della notte di Ognissanti, si rivisita una leggenda che probabilmente nel corso degli anni è stata un po’ arricchita e colorata, ma che attrae ogni anno una grande quantità di visitatori incuriositi dal fascino che il luogo riesce a risvegliare.

Nel 2007 Triora si è aggiudicata la certificazione di Bandiera Arancione.

Per gli amanti dello sci, Monesi di Triora offre una seggiovia a basso impatto ambientale inaugurata nel 2008, due sciovie per un totale di 17 chilometri di piste divise in rosse e blù.

FESTE A TRIORA
Festa della Madonna del Rimedio il 17 aprile
Festa del Monte la seconda domenica di Pasqua
Fiera tradizionale il primo mercoledì di giugno
Festa di San Zane il 24 giugno
Festa di San Tusco il primo giovedì di luglio
Festa della Madonna di Misericordia la prima domenica di luglio
Festa Patronale dell’Assunta il 15 agosto
Festa Patronale di Cetta il 12 settembre
Fiera dei morti il 3 novembre

Il 7-8-9 Maggio 2010 si terrà a Triora, presso l’Albergo Colomba d’oro, il Congresso Nazionale sulla stregoneria e il Paesaggio.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Ottima idea per una gita fuori porta anche nel periodo di Natale e in Primavera. I prossimi appuntamenti a Triora sono per Giovedì 24 dicembre quando si festeggerà la Vigilia del Santo Natale con l’accensione (ore 18) del falò e l’arrivo di Babbo Natale.
Giovedì 31 dicembre tutti in piazza aspettando l’Anno Nuovo.

Molini di Triora

Molini di Triora Triora Triora

TrioraTriora Triora
Triora Triora

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • ippolito edmondo ferrario

    18 Dec 2009 - 09:42 - #1
    0 punti
    Up Down

    Ciao, volevo complimentarmi con te per il bell’articolo su Triora e ringraziarti per aver già parlato del Congresso Nazionale sulla Stregoneria e il Paesaggio che si terrà il prossimo anno!
    ippolito
    www.triora.org