Questo sito contribuisce alla audience di

Il Progetto "Emys" per la salvaguardia della testuggine palustre

Il Progetto “Emys“, finanziato dalla Regione Liguria, è nato come studio e conservazione di una specie a rischio di estinzione: la testuggine palustre. Scomparse le riserve sabbiose, a causa[...]

testuggineIl Progetto “Emys“, finanziato dalla Regione Liguria, è nato come studio e conservazione di una specie a rischio di estinzione: la testuggine palustre.

Scomparse le riserve sabbiose, a causa dell’antropizzazione dei litorali e le zone umide costiere, si è intervenuti sull’unico progetto possibile, cioè salvaguardare gli ecosistemi d’acqua dolce stagnante costieri presenti nella Piana d’Albenga.

E’ stata proposta, quindi, l’istituzione di un progetto a tutela di questi habitat naturali e soprattutto della popolazione di testuggine palustre (Emys orbicularis).

Questa specie in fase di estinzione, è rientrata nelle specie di interesse comunitario la cui conservazione richiede la designazione di Zone Speciali di Conservazione e nelle specie che richiedono una protezione rigorosa.

In tutti gli ambienti di acqua stagnante della Piana d’Albenga, la testuggine è stata presente in numerosi esemplari fino agli anni ‘60, dopodichè a causa dell’utilizzo di diserbanti e pesticidi era completamente scomparsa.

La riscoperta avvenne nel 1994, quando un pescatore rinvenne un esemplare maschio nel fiume Centa, successivamente affidato all’Acquario di Genova. In un secondo tempo, a Ceriale, venne trovata una femmina adulta ferita. A questo punto cominciò ad organizzarsi un insieme di enti che si unirono in una task-force dalla quale poi partì il programma di conservazione delle popolazioni naturali di questa specie e del loro habitat.

I partners che hanno preso parte finora al progetto sono la Provincia di Savona, l’Università di Genova, la Comunità Montana Ingauna, il Corpo Forestale dello Stato, la Pro Natura Genova e il WWF.

Il programma riguarda principalmente il recupero degli esemplari palustri, la loro riproduzione in cattività, il monitoraggio degli esemplari e la sensibilizzazione degli abitanti. Le indagini tassonomiche hanno dimostrato che le testuggini dell’Albenganese possiedono delle caratteristiche uniche che hanno portato alla definizione di una sottospecie a parte: il primo vertebrato endemico della Liguria.

Grazie al progetto, è stato realizzato:
un centro di riproduzione e monitoraggio in natura della popolazione di Emys orbicularis:
Il recupero degli esemplari feriti o ritrovati in aree “a rischio”.
Lo studio della biologia e dell’ecologia della specie, con borse di studio per tesi di laurea.
L’organizzazione di iniziative di sensibilizzazione e interventi in classe condotti dalle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia con l’adesione di molte scuole.
Nell’anno scolastico 2002/2003 sono ben 13 le scuole che hanno prenotato una visita al Centro Emys, per un totale di oltre 600 alunni.

Il Centro Emys si trova a Leca D’Algenga (SV) presso il Vivaio Forestale Comunità Montana Ingauna Regione Isolabella.

Fonte fotografica: www.flickr.com