Loano: la perla del Ponente ligure

Loano è una cittadina costiera della Riviera del Ponente Ligure. Si trova alla foce del torrente Nimbalto fra i comuni di Borghetto Santo Spirito e Pietra Ligure. Il clima di Loano è particolarmente[...]

loano
Loano è una cittadina costiera della Riviera del Ponente Ligure. Si trova alla foce del torrente Nimbalto fra i comuni di Borghetto Santo Spirito e Pietra Ligure. Il clima di Loano è particolarmente favorevole grazie al contorno di montagne, fra cui il monte Carmo che rappresenta, con i suoi 1389 metri, la sua cima più alta.

L’economia di Loano, grazie alle favorevoli condizioni climatiche e alle belle spiaggie sabbiose, si basa principalmente sul turismo, oltre ad una discreta produzione agricola.

Il territorio su cui sorge Loano è stato scenario di numerosi ritrovamenti preistorici presso il colle di San Damiano e preromani sul suolo dove si erge la città vecchia. Divenne, nel VIII secolo, importante feudo del monastero dei monaci benedettini di San Pietro in Varatella. In questo periodo, gli stessi costruirono la Chiesa di Loreto nei pressi dell’attuale porto.

Durante il XII secolo subì il dominio della città di Albenga fino all’acquisto del Borgo da parte di Oberto Doria (1263) che ne fece suo dominio fino all’epoca napoleonica. Durante il 1770 passò a far parte della Repubblica di Genova fino alla famosa battaglia fra l’esercito francese e quello Austro-Sardo.

DA VISITARE
A Loano si può ammirare la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, costruita tra il 1633 e il 1638 dai Doria.
La Chiesa della Madonna di Loreto.
Il Monastero del Convento di Monte Carmelo, costruito intorno al 1600 dispone anche di una torre di difesa e del palazzo principesco. La forma della chiesa è a pianta basilicale con numerosi dipinti del ‘500.
La Chiesa della Confraternita dei Disciplinati Bianchi, eretta nel 1262 e dedicata a San Giovanni Battista.
Il Santuario di San Damiano.
Il Complesso conventurale di Sant’Agostino, del XVI secolo, conserva al suo interno statue monumentali degli evangelisti.
Il Convento dei Frati Cappuccini, con al suo interno la statua della Madonna. In questo luogo, nel 1864, si assistette a numerosi eventi miracolosi.
La Chiesa parrocchiale di San Pio X.
La Chiesa Santuario di N.S. delle Mercede.
La Chiesa parrocchiale di N.S. delle Grazie.

Fra le architetture civili di pregio, abbiamo il Palazzo Doria, costruito intorno al 1575, con il bellissimo portale in ardesia e il pavimento a mosaico del III secolo, posato qui dopo il ritrovamento durante gli scavi archeologici. Oggi il Palazzo è sede del Municipio cittadino.
La Torre Pentagonale, risalente al 1602, era destinata alla difesa delle mura cittadine.
La Porta di Passorino, nel centro storico, vanta pregievoli affreschi e l’orologio.
Il Castello di Loano fu edificato nel Medioevo da Albenga e ristrutturato dai Doria nel 1602.
All’interno del Palazzo Kursaal possiamo visitare il Museo del Mare che custodisce vario materiale e documentazioni sulla marineria del Ponente.
Il Ponte di San Sebastiano, costruito nel 1691 sulle rovine di un precedente ponte distrutto da una alluvione del torrente. Rappresenta la via di transito che anticamente univa il Borgo murato al Castello.

PERSONAGGI LEGATI A LOANO
Fra le personalità legate alla cittadina per nascita, ricordiamo lo scrittore Vincenzo Accame, il giornalista e scrittore Giano Accame, lo sceneggiatore e regista Gianni Amico, lo sceneggiatore e regista Giorgio Molteni, la madre di Giuseppe Garibaldi, Rosa Nicoletta Raimondi e l’attore contemporaneo Enrico Mutti.

EVENTI
Fra gli eventi a cui possiamo assistere nella cittadina di Loano, abbiamo la famosa Festa delle Basure, che si tiene di Sabato a metà agosto, la Festa del Mare, la terza domenica di luglio, le processioni del 12 settembre in onore della Festa del S.S. Nome di Maria, del 24 giugno in onore della festa Patronale di San Giovanni Battista e del 2 luglio in onore della Festa della Nostra Signora della Visitazione.

SENTIERI E PASSEGGIATE
Pian delle Bosse: partendo dalla frazione loanese di Verzi, troviamo il sentiero che attraversa la fitta vegetazione e raggiunge il rifugio CAI a Pian delle Bosse. Da qui è possibile ammirare il bellissimo panorama sull’intera vallata e sul mare. Attraverso questo sentiero è possibile raggiungere anche la vetta di Monte Carmo.
Santa Libera: partendo dalla località Morteo si sale sulla destra attraverso il bosco e la macchia mediterranea e si raggiunge la Chiesetta di Santa Libera.
San Martino: partendo da Verzi, si percorre un sentiero verso l’antica Chiesa di San Martino a quota 180 mt. sml.
S.S. Cosma e Damiano: scendendo verso valle si incontra il sentiero che conduce al Bric dei Cinque Alberi. Dal sagrato si gode una splendida vista sul porto di Loano.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Save n'Keep

Bookmark condivisi e privati.

Con Save n' Keep ora è possibile!