Questo sito contribuisce alla audience di

L'incredibile incontro di Zanfretta con gli Ufo Alieni

Tra il 1978 e il 1981 la località di Torriglia, comune ligure della provincia genovese, è stata lo scenario di numerosi avvistamenti di Ufo accaduti al Sig. Fortunato Zanfretta. Tali accadimenti hanno[...]

ufo
Tra il 1978 e il 1981 la località di Torriglia, comune ligure della provincia genovese, è stata lo scenario di numerosi avvistamenti di Ufo accaduti al Sig. Fortunato Zanfretta. Tali accadimenti hanno circondato il luogo di mistero e stimolato sia la curiosità popolare che l’attenzione dei media.

Ma partiamo dall’inizio. Pier Fortunato Zanfretta nasce a Nova Milanese il 28 settembre del 1952. All’epoca dei fatti era metronotte presso la cooperativa dell’Istituto Val Bisagno di Genova e sembra che gli avvistamenti siano avvenuti proprio durante i pattugliamenti di servizio che svolgeva sul territorio. Zanfretta afferma di essere stato testimone di undici episodi di incontro ravvicinato del terzo e quarto tipo (IR3/4) con gli alieni.

Dal racconto di Zanfretta quest’ultimi appaiono con la pelle grigia e increspata, grandi punte sulla testa e occhi triangolari. Gli alieni, il cui nome sarebbe “Dargos”, sarebbero alti quasi tre metri e sarebbero provenienti dalla terza galassia. Oltre alla testimonianza di Zanfretta, alcuni altri testimoni affermano di aver assistito all’avvistamento di “oggetti volanti molto grossi e luminosi”, in tutto circa 52 testimonianze. Lo stesso brigadiere Antonio Nucchi, che all’epoca raccolse le testimonianze, fu testimone di uno di questi avvistamenti. Il maresciallo Carlo Toccalino, mentre era di turno al centralino della stessa cooperativa di Zanfretta, testimonia che la notte di uno degli avvistamenti ricevette via radio una richiesta di aiuto di Zanfretta. Quest’ultimo gridava: “Mamma mia quanto è brutto ! Non sono uomini, non sono uomini !” La testimonianza è rafforzata da alcuni abitanti che affermano di aver visto un forte bagliore in direzione del luogo dove si trovava il metronotte. Preoccupati dall’accaduto, i colleghi di Zanfretta si misero alla sua ricerca. Lo trovano più tardi, febbricitante e in stato confusionale, il suo corpo era incomprensibilmente caldissimo nonostante il freddo della notte.

Una volta ripresosi, Zanfretta testimonierà di essere stato terrorizzato da “degli extraterrestri dalle sembianze mostruose”. Un successivo sopralluogo avrebbe rilevato sul terreno delle impronte a forma di cavallo del diametro di circa 3 metri, che poteva giustificare l’atterraggio di un oggetto sul suolo.
Il materiale inviato al Ministero dell’Interno è stato giudicato “buono” come grado di attendibilità, mentre il rapporto informativo inviato alla Pretura di Genova sarà archiviato l’11 gennaio 1980 per “mancanza di estremi di reato”.

Durante una seduta di ipnosi, Zanfretta racconta di aver subito esami clinici invasivi a bordo di un Ufo.
In occasione di un altro incontro, Zanfretta racconta di aver ricevuto una strana sfera con all’interno un tetraedro dorato, di averla nascosta per evitare che altre persone si potessero avvicinare e venire fulminate. Questa sorte ha poi seguito una lepre che casualmente le si è avvicinata. Nonostante tutto, la prova dell’esistenza di questa sfera non è mai stata trovata.

Ci sono poi dei pareri discordanti da parte degli esperti. Da un lato, Zanfretta venne possoposto a sedute di ipnosi regressiva che affermarono che le sue dichiarazioni erano fatte in buona fede, dall’altro si pensa che questa tecnica sia piuttosto inaffidabile, facilmente influenzabile e oggi non più ammessa nelle aule dei tribunali. Circa i disegni fatti da Zanfretta, il Centro Italiano Studi Ufologici dichiara che quelli fatti sotto ipnosi sono molto diversi da quelli effettuati da sveglio, ma più precisi.

Dal canto suo Zanfretta non sembra aver ricavato da questa vicenda nessun tornaconto economico. Infatti, oltre a causargli la sospensione del porto d’armi con ripercussioni negative sul posto di lavoro, sembra sia stato vittima di episodi di derisione da parte della cittadinanza.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • ei chi naila ixi kai

    30 Aug 2010 - 20:00 - #1
    0 punti
    Up Down

    la mia storia è più complicata…io vivo con alieni dall’età di 5 anni…peranni sono stata teletrasportata in egitto..e rivivevo la vita di una regina della 17 dinastia…io sò chi sono i giganti..sò chi sono i grigi alti e gli immortali…coloro che hanno lasciato molti segni sulla terra…ora voglio parlare di zanfretta…ciò che dice della scatola è vero…io devo parlare con lui..lui aspetta qualcosa bene io sono il 12 elemento.sono parecchie notti che faccio strani sogni su di lui e la piramide d’oro…devo assolutamente parlarci è molto importante….loro sono sulla terra da giugno 2009..cioè da quando la nave madre è arrivata …ora si trovano sopra l’equatore…ciao lui ha ragione non sà niente…