Questo sito contribuisce alla audience di

Noli: la storia della quinta Repubblica marinara

Noli è un comune della riviera ligure di ponente in provincia di Savona. Il suo territorio comunale si estende sulla costa dall’Isola di Bergeggi a Capo Noli. Nel comprensorio comunale di Noli[...]

noli
Noli è un comune della riviera ligure di ponente in provincia di Savona. Il suo territorio comunale si estende sulla costa dall’Isola di Bergeggi a Capo Noli. Nel comprensorio comunale di Noli troviamo la località di Voze e la frazione di Tosse, situata sul Bric delle Rive nel settore meridionale.

Noli, che è entrato a far parte dei Borghi liguri più belli d’Italia, basa la sua economia sul turismo che affluisce grazie al suo bel litorale marittimo e sull’agricoltura, con una buona produzione di vino e olio di oliva. Tra i prodotti tipici offerti dal territorio ricordiamo il vino Lumassina. Noli, anticamente la quinta Repubblica marinara, è rimasta legata all’attività della pesca. Infatti, ancora oggi i pescatori del luogo escono per mare nel golfo con le loro piccole imbarcazioni.

La storia di Noli inizia fin dai tempi dei Liguri e dei Romani. Più avanti fù una importante base Bizantina. Passata sotto il dominio dei Longobardi, venne completamente distrutta e ricostruita vicino al mare. Successivamente passò sotto il dominio dei Franchi di Carlo Magno e di Bonifacio del Vasto. Nel 1099 partecipò, con la sua importante flotta navale, alla prima crociata.
Noli si costituisce ben presto libero comune, creando una Repubblica indipendente, saldando una vantaggiosa libera alleanza con la Repubblica di Genova.

Divenuta quinta Repubblica marinara, combattè con la sua flotta navale le battaglie contro le Repubbliche di Pisa e Venezia. Lo splendore di Noli durò fino al XIV secolo quando, a causa delle dimensioni del porto, fù isolata dai traffici marittimi. Ad accrescere maggiormente le difficoltà si presentarono lotte con il marchesato di Savona, carestie, epidemie e incursioni piratesche.

Nel 1797 subì l’occupazione Napoleonica e la fine della Repubblica indipendente. Venne infatti inserita nella Repubblica Ligure del Primo Impero francese. Nel 1808 venne severamente borbardata dalla marina militare inglese e successivamente seguì il destino di altri borghi con l’ingresso nel Regno di Sardegna prima e nel Regno d’Italia nel 1861.