Questo sito contribuisce alla audience di

Campo Ligure fra i Borghi Liguri più belli d'Italia

Fra i Borghu Liguri più belli d’Italia spicca anche Campo Ligure, piccolo comune della provincia di Genova che sorge sulle sponde del torrente Stura. Il territorio è compreso ad Ovest nel Parco[...]

campo ligure
Fra i Borghu Liguri più belli d’Italia spicca anche Campo Ligure, piccolo comune della provincia di Genova che sorge sulle sponde del torrente Stura. Il territorio è compreso ad Ovest nel Parco Naturale Regionale del Beigua, ad Est nel Parco delle Capanne di Marcarolo.
I primi insediamenti del territorio sul quale oggi sorge Campo Ligure risalgono all’epoca romana. Utensili e vasi di quest’epoca, infatti, furono rinvenuti durante i lavori per la costruzione della linea ferroviaria Asti-Genova e sono conservati all’interno del Museo Archeologico di Roma.
Il nome stesso di Campo Ligure deriva dal primo insediamento delle legioni romane durante il III secolo, che qui edificarono un accampamento.
Successivamente Bizantini e Longobardi fortificarono ulteriormente il luogo, sfruttando la sua posizione strategica protetta su ben tre lati dai torrenti Langassino, Stura e Ponzema. L’unico lato libero è rappresentato dalla rocca, sulla quale vennero eretti una torre di guardia e il Castello.
Nel corso dei secoli, il territorio fù dominato da Bonifacio del Vasto, dalle famiglie Vento e Del Bosco durante il XII e XIII secolo. Nel 1217 il feudo venne ceduto alla Repubblica di Genova e ancora dopo alla famiglia Spinola.
Nel XIV e XV secolo il feudo fu amministrato dagli Asburgo e dagli Spinola. Numerosi scontri e battaglie si susseguirono per la determinazione dei confini con i territori vicini, fino alla miracolosa apparizione della Madonna, avvenuta presso il Monte Bonicca l’11 settembre del 1595, dopo la quale si assistette ad un periodo di relativa pace.
Riaccesisi i conflitti fra Campo e la famiglia Spinola, gli scontri culminarono nel 1600 con l’invio di truppe mercenarie da parte della Repubblica di Genova che invasero il territorio e lo saccheggiarono.
Successivamente Campo entrò nella Repubblica Ligure di Napoleone Bonaparte ed infine nell’Impero Francese. Le sorti del feudo, poi, seguirono quelle di tutti gli altri feudi, prima nel Regno di Sardegna e nel 1861 nel Regno d’Italia.

Una visita a Campo Ligure vi porterà alla Chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine, l’Oratorio dei Santi Sebastiano e Rocco in stile barocco. Attraversando il ponte medievale di San Michele sul torrente Stura, si incontra l’antica pieve di San Michele Arcangelo del VIII secolo.
Il Ponte è stato realizzato nel IX secolo ed è composto da quattro campate litiche. Subì notevoli danni durante le alluvioni che lo distrussero completamente e venne ripetutamente ricostruito.
Il Castello domina su tutto il Borgo dalle alture della rocca. Venne eretto nel 1309 dalla famiglia degli Spinola ed è entrato nei possedimenti comunali nel 1986. Oggi è sede permanente di una bella rappresentazione meccanizzata della fiaba di Pinocchio di Carlo Collodi.

Oggi Campo Ligure basa la sua economia sulla lavorazione della filigrana d’argento e sull’artigianato, oltre all’industria meccanica e tessile.
Sul territorio di Campo Ligure sorge l’Area Naturale del Giardino botanico di Pratorondonino.