Questo sito contribuisce alla audience di

Passeggiata a Calice al Cornoviglio nell'entroterra ligure di La Spezia

Nell’entroterra ligure della provincia di La Spezia, a circa 400 metri sul livello del mare, sorge il comune di Calice al Cornoviglio, territorio prettamente montano conglobato all’interno del[...]

entroterra
Nell’entroterra ligure della provincia di La Spezia, a circa 400 metri sul livello del mare, sorge il comune di Calice al Cornoviglio, territorio prettamente montano conglobato all’interno del Parco Naturale Regionale di Montemarcello.

L’antico Borgo fu posseduto prima dai vescoli di Luni nel XIII secolo e poi dalla famiglia Malaspina. Una volta subentrato fra i possedimenti della Repubblica di Genova, Calice al Cornoviglio divenne una postazione strategica per contrastare gli attacchi nemici. Successivamente passò di proprietà dei Doria e poi dei Malaspina per finire nel 1770 nelle mani del Granducato di Toscana sotto il comando di Leopoldo I.

Nella storia più recente Calice fu al centro delle attività partigiane ed ottenne la Croce di Guerra al Valor Militare per il suo contributo durante la seconda guerra mondiale.

Oggi il comune di Calice conserva la parte più medievale del Borgo, denominata Borgofreddo, che si snoda lungo il Castello e numerose testimonianze dell’architettura ligure-lunigianese del tempo.
Fra le strutture religiose meritano sicuramente una visita la Chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Loreto, la Chiesa parrocchiale di Santa Maria, la Chiesa della Madonna del Carmine e la Chiesa dei Santi Sebastiano e Fabiano.

Il Castello domina su tutta la vallata e sul torrente Usurana. Ha corpo quadrangolare con due belle torri cilindriche.
In località Madrignano sono rintracciabili i resti di un’altra struttura fortificata, costruito nel 1416 dai Genovesi e quasi completamente distrutto durante la guerra di successione spagnola del 1706.

Una gita a Calice al Cornoviglio merita una sosta anche alla Pinacoteca David Beghé, al Museo dell’Apicoltura, al Museo della Galassia, al Museo della Statua Stele e Museo della Civiltà contadina.
Oggi Calice basa la sua economia principalmente sulla pastorizia e agricoltura.

Le manifestazioni che si svolgono a Calice sono:

Sagra di Santa Margherita, che si svolge la seconda e quarta domenica di luglio;

Festa del Castagno, seconda e terza domenica di ottobre;

Sagra del Miele, nel mese di agosto.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/aldoaldoz