Questo sito contribuisce alla audience di

Il comune spezzino di Ameglia Bandiera Blù 2010

Nel territorio compreso fra il bacino del fiume Magra e le alture del Monte Caprione sorge il comune di Amèglia. Ci troviamo in provincia di La Spezia sul limitare dei confini con la regione Toscana. Il[...]

amegliaNel territorio compreso fra il bacino del fiume Magra e le alture del Monte Caprione sorge il comune di Amèglia. Ci troviamo in provincia di La Spezia sul limitare dei confini con la regione Toscana. Il comune di Ameglia rientra nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, insieme alle frazioni Cafaggio, Montemarcello, Fiumaretta e Bocca di Magra.
La frazione di Montemarcello è stata recensita fra i Borghi liguri più belli d’Italia, mentre nel 2010 Ameglia ha ricevuto la famosa Bandiera Blù per la qualità delle sue strutture turistiche e ricettive.

Ameglia è conosciuta anche per le sorprendenti scoperte effettuate sul suo territorio, prima fra tutte una necropoli preromana nella frazione di Cafaggio, completa di numerose suppellettili che testimoniano la presenza dell’uomo fin dall’antichità. Fra le numerose opere architettoniche è possibile visitare la Chiesa di San Vincenzo, la Chiesa parrocchiale di Sant’Andrea e il Monastero di Santa Croce del Corvo.

Il Castello di Ameglia, Castrum de Ameliae, venne costruito dai vescovi di Luni nel 1174. Nel corso della storia venne conquistato e abitato dai Sarzanesi e successivamente dalla Repubblica di Genova. A seguire se ne impossessarono i Signori di Lucca, i Visconti di Milano ed infine il Banco di San Giorgio della Repubblica di Genova.
Il Castello ha forma rettangolare e si trova all’interno di una serrata cinta muraria. Adiacente al Castello possiamo notare una bella torre circolare ancora praticamente intatta.

Visitando Ameglia meritano una visita anche la Villa marittima romana, i cui ritrovamenti archeologici sono custoditi al Museo civico archeologico Ubaldo Formentini della Spezia e l’Orto Botanico di Montemarcello.