Questo sito contribuisce alla audience di

Montegrosso: sentieri per il trekking e passeggiate nella natura

Turismo alternativo nella natura incontaminata dell'entroterra ligure

MontegrossoIl comune di Montegrosso è un piccolo centro che sorge nella provincia di Imperia alle pendici del monte Monega a circa 700 metri sul livello del mare da dove domina tutta l’Alta Valle Aroscia.

Le origini del borgo sembrano risalire al XI secolo. Nel corso della storia seguì il dominio dei conti di Ventimiglia insieme alla famiglia Scarella. Divenuto una castellania a statuto speciale, la famiglia Scarella vendettero il territorio ai conti Lengueglia che lo ripartirono insieme ai conti di Ventimiglia. Successivamente, nel 1445 il discendente dei conti di Ventimiglia, il conte Gasparo, cedette la terra ai conti Lascaris di Tenda e nel 1625 fu teatro di una rovinosa battaglia fra i Savoia e la Repubblica di Genova che si contendevano il dominio.

Fra le architetture religiose la bella parrocchiale dedicata a San Biagio e l’Oratorio della Santissima Annunziata.

Oggi Montegrosso è un piccolo centro che basa la sua economia soprattutto sull’agricoltura e pastorizia. Grazie alla ricchezza del paesaggio, inoltre, è sempre più crescente un turismo alternativo volto alla riscoperta degli antichi sapori e tradizioni. Molti sentieri consentono ai turisti di addentrarsi nella tranquillità e natura incontaminata che circonda queste valli.

Fra le zone più rinomate ricordiamo la Case Fascei che si trova a circa 1300 mt. di altitudine e dove si possono visitare le antiche malghe, oggi strutture ricettive, utilizzate un tempo dai pastori. Sul territorio si dipartono molti sentieri segnati che permettono di raggiungere località suggestive, come l’Alta Via dei monti Liguri, l’Alta Valle Argentina e il Colle della Melosa.

Fonte fotografica: www.flickr.com/photos/marzacas