Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

La mia zona-segnalazione

Domanda

Cara Laura Permettimi di segnalarti una parte della Liguria, quella della Val di Magra. Il Sommo Poeta la ricorda nel VIII canto del Purgatorio e io amo questa mia piana, stretta tra le Alpi di Aronte e il promontorio del Caprione che un tempo era abitato dai Liguri Apuani. Io amo questo posto e non mene stanco mai. I miei antenati, lo sai, sono stati deportati nel Sannio dopo aver combattuto i Romani. Una pulizia etnica avvenuta più di 2000 anni or sono e credo che la gloria dei vincitori non debba offuscare il dolore dei vinti. Lo scrittore Maurizio Maggiani, originario di Castelnuovo Magra uno dei borghi collinari che cintano la piana, ne ha parlato con toni poetici e dignitosi, nello stesso tempo, nel libro “Il coraggio del pettirosso”. I Romani hanno fondato nella piana, nel 177 a. C la ricca città di Luni che nel tempo del suo massimo splendore contava ben 20.000 abitanti. Di quella Luni lontana, è rimasto oggi un percorso archeologico che si dipana dal suo Museo centrale, costruito sopra il Capitolium (!) che comunque è visibile, verso il tempio della dea Luna, di fronte al quale sorge una vecchia casa colonica, trasformata in sezione espositiva, quindi si attraversa l’antica città in un percorso che conduce ad un altro casale, dedicato alle epigrafi su marmo, bronzo e terracotta. Poi le antiche terme e quindi un’altra parte del museo, un altro casale che contiene gli affreschi e i mosaici. Qua ti segnalo una “stanza elle sfingi”, cioè due pareti mirabilmente ristrutturate dove compaiono temi egizi…sai la storia del culto di Iside presso i ceti abbienti degli antichi Romani e poi Luni un tempo era un porto e Iside era una divinità che proteggeva i naviganti… Bellissimo poi il mosaico di Oceano, che rappresenta il dio in una movimentata scena marina. Da visitare anche l’anfiteatro che un tempo poteva ospitare 7000 spettatori, adesso dopo anni di saccheggi è ancora in buone condizioni. È aperto però solo nei giorni feriali alle 15,30, mentre l’intero sito è visitabile dal martedì alla domenica con orario continuato dalle 8,30 alle 19,30. Due pagine, ma molto autorevoli, sul sito archeologico di Luni te le segnalo all’indirizzo http://www.archeoge.arti.beniculturali.it/ortonovomuseo.html (spero che il link sia venuto bene, perché non sono tanto sicura…) Già che si passa per Luni, tanto vale dare un’occhiata al resto del Comune di Ortonovo e al suo Museo Etnografico che puoi visitare all’indirizzo http://www.metortonovo.it e quindi ci sono due bei borghi collinari Ortonovo appunto e Nicola. Cara Laura, Nicola va vista e respirata. Da lassù vedi tutta la vallata. Giri all’interno del paesino, pulito, curato…ti vai a sedere nel gradino della Chiesa e pensi come sarebbe bello star sempre lì…oltre tutto gli abitanti di Nicola sono anche molto gentili e affabili. Visto che sei in zona, se ti piace il Vermentino, ti consiglio di approfittare. Ne abbiamo da queste parti un produzione discreta e orgogliosa. Dall’alto di Nicola, vedrai il promontorio del Caprione e giù nel piano scorrere il fiume Magra. Io ti consiglio vivamente questa parte che rientra nel Parco Regionale di Montemarcello-Magra http://www.parks.it/parco.montemarcello.magra/ conosco benissimo questa zona, attraversata da sentieri che conducono a punti panoramici che si aprono su di un lato verso il Golfo dei Poeti e dall’altro sulla piana del Magra. Sono sentieri che attraversano una vegetazione di cisto, corbezzoli, salsapariglia, mirto, lentisco…e sono quasi tutti agevoli a camminatori di ogni età. Chiudo qua, cara Laura, ma potrei parlarti ancora a lungo, solo non vorrei risultarti noioisa. Mi sono permessa di importunarti perché la Val di Magra è una zona meno conosciuta delle sue rinomate vicine “Versilia” e “Cinque Terre”, ma onestamente, da Ligure-Apuana, ti giuro che merita la medesima attenzione. E forse il fatto di non essere una località turistica di grido, può rendere il soggiorno cultural-gastonomico ancora più gradito. Io ti ringrazio per l’attenzione e ti aspetto. Se passi da queste parti, sarò io la tua “guida"

Risposta

Ti ringrazio molto di questa descrizione così approfondita che mi fa capire tutto l'amore che provi per questa zona.Se vuoi potrei utilizzare parte di ciò che hai scritto per curare un intervento sulle bellezze della Val di Magra.Se invece vuoi preparare tu stessa l'intervento lo potrei pubblicare citandoti come autore,che ne dici?Potrebbe essere una buona collaborazione.A risentirci presto.Laura

sar*** - 18 anni e 10 mesi fa
Registrati per commentare