Questo sito contribuisce alla audience di

Le basi della lingua giapponese.

Lo studio della lingua nipponica è piuttosto complesso e fondamentale è la comprensione delle regole base fin dal loro primo approccio. Di seguito diamo un'occhiata alle prime regole generali.

Lo studio della lingua giapponese, per un’occidentale, è piuttosto complesso, vista soprattutto la mole di ideogrammi che vanno immagazzinati nella nostra memoria, ma se si è armati di tanta buona volontà e se si ha una certa famigliarità con lo studio delle lingue straniere ed un po’ di latino, la comprensione della grammatica nipponica risulterà più semplice.

Innanzitutto va detto che la lingua giapponese è una lingua agglutinativa. Non esiste l’articolo ed il nome e l’aggettivo sono invaribili per genere e numero.

Esistono tre tipi di scrittura: Hiragana, Katakana e Kanji.

Bisogna notare che la lingua parlata differisce molto da quella scritta e l’uso degli ideogrammi prevede, talvolta, la coesistenza dei tre alfabeti anche all’interno di una singola frase.