Questo sito contribuisce alla audience di

Biografia

Mi chiamo Elisabetta Sandri, e qualcuno di voi mi ha già incontrato sulle pagine di Italiano e Dialetti. Sono la vostra guida nel viaggio affascinante attraverso la lingua e la cultura russa. Chiamatemi Babulja, la dolce nonnetta che non manca mai in ogni dacia, che cucina i pel'meny e sonnecchia accanto al samovar. Babulja dalla radice bab di baba, cioé donna, di babuskha, la nonna, di babochka, la farfalla e babnik il donnaiolo. E Baba Jagà, la strega delle favole... Si, il russo é melodioso e misterioso come una terra lontana ma non troppo, che non é Europa, non é Asia e ha riempito le steppe di cupole colorate a forma di cipolla. Mi sono laureata in russo nel 1989, presso l'Università di Pisa, e dal 1985 faccio avanti e indietro tra la Russia e la Toscana: non riesco a stare troppo lontana dal fascino di Pietroburgo e dai misteri della metropoli, Mosca...tantoché sto doppiando la mia laurea scrivendo la tesi in Storia dell'Europa Orientale. E il computer, oltre un mezzo di lavoro, può ridurre le distanze e aprire una finestra quotidiana sulla Piazza Rossa, da condividere con voi. Oltre la passione per la Russia, i viaggi, la letteratura e la musica, adoro cucinare e assaggiare vini rossi. Mai provato il cabernet moldavo? Magari in un caffé ai Patriarshie Prudy (chi indovina la citazione?) con sottofondo di una viola tzigana...