Questo sito contribuisce alla audience di

Russo online: seconda lezione

Cominciamo a usare semplicissime espressioni per il primo approccio con la lingua russa. Pratichiamo l'alfabeto, mettiamo gli accenti giusti...non é difficile!

Eccoci alla seconda lezione di russo online: spero che tutti abbiate preso nota
dell’alfabeto per cui ora possiamo cominciare a combinare
queste lettere un po’ strane. In Russia ci sono i quaderni con le righe strette,
comodissimi per incasellare le lettere cirilliche, magari qualche cartoleria
strafornita o qualche emporio di paese conserva ancora i quaderni delle
elementari di una volta, utilissimi per le nostre esercitazioni ortografiche.

HY, cioé NU, (allora) avete scaricato i font cirillici? Spesso si trovano nel supporto
multilingue di Windows ‘98
, ma non in tutte le versioni. Controllate!

Innanzitutto ДОБРЫЙ ДEНЬ (dobryj dien), buongiorno! МEНЯ ЗОBУТ БАБУЛЯ A ТЫ? (minjà zavùt babulja a ty?)Io mi chiamo Babulja e tu? ОЧEНЬ ПРЯТНО (Ocen’ prjatna), molto
piacere!
Vorrei sottolineare che la O, quando non é accentata, si pronuncia come una A mentre la E non accentata si pronuncia come una I.

In russo esistono tre generi per i sostantivi: maschile (di solito terminazione in
consonante), femminile (generica desinenza in -a) e neutro (-o oppure -e). Non
ci sono articoli
, nè determinativi nè indeterminativi. E al presente indicativo
non si usa il verbo essere: tutto facile dunque?

Be’, guardiamoci intorno, probabilmente accanto a noi ci sarà una finestra, e una lampada sul tavolo: OKНO(aknò), ЛAMПA (lampa), CTOЛ (stol). Neutro, femminile, maschile.

ЧTO ЭTO? ЭTO OKНO. A ЭТO? ЭTO CTOЛ. (Chto eta? Eta aknò. A eta? Eta stol. Che cos’é questa? Una finestra. E questo? Un tavolo.

ГДE ЛAMПA? ЛAMПA HA CTOЛE. (gdie lampa? Lampa na staljé)

Dov’é la lampada? E’ sul tavolo.
Importante ricordare che la corretta pronuncia della L dà un esito palatale rispetto alla corrispondente L dell’italiano.

Perché stol e staljé? Eh si, in russo ci sono sei casi, come in latino, che sostituiscono articoli e
preposizioni articolate e ci permettono di esprimere tutti i complementi. -e è il suffisso del caso prepositivo, molto usato in russo: in questo
caso fa da locativo.

E ora un’altra frase che lascio senza traduzione:
KTO ЭTO? ЭTO MAMA. A ЭTO? ЭTO ПAПA. (kto eta? eta mama. a eta? eta papa)

Vediamo (ДABAЙ ПOCMOTPИM, davaj pasmotrim) che cosa significa il pronome interrogativo kto?
Cominciamo a riordinare il nostro piccolo glossario

alla prossima, e scrivetemi!

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Vincenzo

    02 Oct 2008 - 20:16 - #1
    0 punti
    Up Down

    Grazie davvero, per un approccio ad una lingua comunque difficile penso sia un ottimo metodo

  • Alla

    13 May 2009 - 18:07 - #2
    0 punti
    Up Down

    Nella domanda: “МEНЯ ЗОBУТ БАБУЛЯ”, la risposta esatta non sarà “A ТЫ?”, ma “А ТЕБЯ?”

  • Dan

    05 Jul 2009 - 07:41 - #3
    0 punti
    Up Down

    ciao,

    Bella lezione.
    Puoi fornirmi il testo pronunciato (non cirillico) del coro Prince Igor: http://www.youtube.com/watch?v=WahcTznCRm4

    voglio allenarmi su quello per migliorare la pronuncia.

    Grazie ;-)

  • Gabri

    05 Sep 2009 - 12:06 - #4
    0 punti
    Up Down

    Temo che quanto scritto sopra sia un po’ completo.
    Sostantivi maschili:
    -Consonante:студент, “studente”
    -Й:чай, “thè”
    -Ь:cловарь, “vocabolario”
    Sostantivi femminili:
    -A:книга, “libro”
    -Я:Тетя, “zia”
    -Ь:Печь, “stufa” (sost.)
    Sostantivi neutri:
    -O:слово, “parola”
    -E:сердце, “cuore” (muscolo)
    -MЯ:Время, “tempo”
    N.B.: non esistono regole sicure per determinare il genere dei sostantivi terminanti in Ь, che possono essere maschili o femminili (e mai neutre).