Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Passeggiando per Mosca

    Continuano gli stralci del diario del mio anonimo...

  • MOSCA 2002, dal diario di un anonimo italiano

    La memoria del computer funziona come un grande oceano e a volte si ritrovano delle piccole perle, come i manoscritti nelle bottiglie. Ho scoperto per caso in un computer dell'ufficio una testimonianza scritta da un anonimo italiano in visita a Mosca per la prima volta. E' un punto di vista che esplora con occhi curiosi e divertiti la realta' russa di tutti i giorni. E io ve la offro - a puntate - con qualche integrazione, ringraziando l'anonimo autore.

  • I numeri in russo.

    I numeri russi fino a cento. Per cominciare...

  • La morte di Ivan Il'ic di Lev N. Tolstoj

    Questa settimana nelle edicole italiane si trova, allegato al Corriere della Sera, un racconto lungo (o romanzo breve, tipico genere russo con un suo proprio nome, povest') di Lev Nikolaevic Tolstoj, La morte di Ivan Il'ic.

  • I fratelli Taviani vincono il Festival del Cinema di Mosca

    Riporto da un editoriale apparso sabato 13 luglio sul Corriere (sez. Cultura) un commento sul Festival del Cinema di Mosca, conclusosi il 30 giugno con una vittoria italiana.

  • ARRIVO A MOSCA E LA CITTA' E' UNA GIUNGLA!

    Luglio é senz'altro il mese più caldo in Russia. Il clima continentale e le giornate lunghe sono tipici di un'estate afosa.

  • Lessico russo: parte seconda.

    Incominciamo a vedere i prestiti da altre lingue.

  • LESSICO RUSSO: PARTE PRIMA

    Indietro nel tempo, per scoprire come nascono le parole del russo

  • La Russia ai Mondiali

    Giappone-Russia: bilancio di una partita di calcio e non solo.

  • Lingua e contesto sociale: la funzione dei dialetti.

    Le principali zone di diffusione della lingua russa, nell'ambito dei suoi confini naturali, sono la parte europea della Russia (le cosiddette Terre nere, brune e grigie, a nord e sud di Mosca, e le due capitali, Mosca e Pietroburgo), gli Urali e la Siberia occidentale. La Bielorussia e l'Ucraina, le cui lingue sono strettamente affini al russo, mantengono una solida tradizione di utilizzo della lingua russa.