Questo sito contribuisce alla audience di

Le varianti della Lingua Sarda

In Sardegna esistono tre sistemi linguistici differenti

Mappa delle varianti linguistiche sarde - tratta da Wikipedia
E’ difficile da un punto di vista scientifico poter parlare in maniera obiettiva di lingue e dialetti, poiché il significato di questi due termini tende ad acquisire quasi sempre un significato sociale e politico.

Il dialetto viene spesso considerato come un modo di parlare “povero”, proprio di persone poco “istruite”, mentre il “possesso della lingua” è visto come un elemento di civiltà e cultura.

Negli ultimi tempi gli studiosi hanno incominciato a utilizzare l’espressione sistema linguistico per indicare quelle parlate, o meglio, varianti, che hanno notevoli elementi comuni, cioè la stessa struttura, e che possono essere considerati come un unicum linguistico.

Di solito gli elementi che vengono presi in esame sono: il lessico, la fonetica, la morfologia e la sintassi.

In base a questi elementi di indagine, in Sardegna gli studiosi hanno individuato e distinto sette varianti appartenenti a tre sistemi linguistici indipendenti:

1. Il campidanese, il nuorese e il logudorese, appartenenti al sistema linguistico sardo;

2. Il sassarese e il gallurese (spesso chiamati “dialetti sardi settentrionali” o “sardo settentrionale” o “sardo-corso”) che fanno parte del sistema linguistico italiano assieme a il tabarkino o carlofortino;

3. L’algherese che appartiene al sistema linguistico iberico (catalano) e che possiamo definire una “parlata catalana d’oltremare”.

Tali distinzioni ci forniscono una schematizzazione generale (e a volte troppo semplicistica), ma che ci è utile per poter trattare quest’argomento.

Tutte queste “parlate sarde” costituiscono insieme all’ambiente, alle tradizioni, alla cultura e alla storia, una ricchezza di inestimabile valore per la Sardegna e per i Sardi.

Per quanto riguarda il sistema linguistico sardo propriamente detto, è possibile raggruppare le varie parlate anche secondo un punto di vista geografico che, pur riconoscendo ad ogni variante locale una sua “specificità”, può essere utile per una classificazione meno scientifica ma più vicina agli sviluppi storici e culturali dell’Isola.

Partendo da Nord possiamo quindi distinguere:

a) Lingua Sarda Logudorese: si tratta dei dialetti della Sardegna Centro Settentrionale (esclusi chiaramente il Gallurese, il Sassarese e l’Algherese). E’ la lingua che prende il nome dalla regione del Logudoro, e, grosso modo, viene parlata da Olbia a Macomer.

Tra i centri di notevole importanza che fann parte di questa macro regione linguistica c’è Ozieri, sede del più prestigioso premio in Lingua Sarda insieme al Premio Montanaru di Desulo.

b) Lingua Sarda Nuorese: si tratta dei dialetti che parlano gli abitanti dell’attuale Provincia di Nuoro. E’ chiaro che all’interno di questa zona geografica, esistono notevoli differenze e non tutti i dialetti “nuoresi” sono simili. Si tratta anche in questo caso di una distinzione “per comodità”.

c) Lingua Sarda “centrale” : parlate miste, con fenomeni che possono richiamare il Campidanese e il Logudorese o il Nuorese. Si tratta di un insieme di dialetti che costituiscono la Limba Sarda de Mesania e che vengono parlati nella fascia mediana: Barigadu e Mandrolisai, ma anche alcune zone della Barbagia.

d) Lingua Sarda Ogliastrina: si tratta delle parlate della Sardegna Centro Orientale, le quali non possono essere totalmente incluse nelle varianti campidanesi o nuoresi, avendo elementi di entrambe. E tantissime caratteristiche che le rendono una variante indipendente.
Si riferisce ai dialetti parlati in Ogliastra, quindi, grosso modo, da Tertenia fino a Baunei, Triei e Urzulei, da Tortolì fino a Seui.

e) Lingua Sarda Campidanese: è la variante del Sistema Linguistico Sardo parlata nel sud dell’Isola. Prende il nome dalle pianure del Campidano, che si estendono da Cagliari a Oristano. Per estensione si parla di Campidanese (Campidanesu) per indicare la Lingua Sarda Meridionale.

Per comodità e per maggiore omogeneità vengono chiamati “campidanesi” i dialetti del Sulcis, del Sarrabus, della Trexenta, etc…

Per saperne di più:
Limba Sarda - Wikipedia
Limba Sarda - Condaghes

varianti linguistiche della Sardegna
varianti linguistiche della Sardegna varianti linguistiche della Sardegna varianti linguistiche della Sardegna varianti linguistiche della Sardegna varianti linguistiche della Sardegna varianti linguistiche della Sardegna