Questo sito contribuisce alla audience di

Il "Comitadu pro sa Limba Sarda" all'Università di Cagliari

E' attiva anche presso l'ateneo cagliaritano una sezione del Comitato per la Lingua Sarda.

Comitadu Limba Sarda Universidade Il Comitadu pro sa limba sarda in s’Universidade è nato con lo scopo di diffondere la conoscenza e l’utilizzo della Lingua e della Cultura Sarda all’interno dell’Università, in accordo con il Comitadu pro sa Limba Sarda.

Obiettivi principali del comitato universitario sono di stimolare la politica e l’Università affinché si interessino maggiormente ai giovani che hanno deciso di prendere in considerazione le lingue della Sardegna quali motori per lo sviluppo, e di realizzare progetti che abbiano la forza di rafforzare la Lingua Sarda e le altre lingue “alloglotte” della Sardegna.

Il Comitadu pro sa Limba Sarda dell’Università sostiene infatti che l’utilizzo della Lingua Sarda negli uffici pubblici sia un diritto fondamentale per i Sardi, riconosciuto dallo Stato Italiano e dall’Unione Europea, in quanto minoranza linguistica.

Ma non si tratta solamente - sostengono gli esponenti del Comitadu - di una tutela che deve essere migliorata e garantita, bensì di un’opportunità economica che possa offrire anche posti di lavoro. Da questo punto di vista basterebbe dare uno sguardo a quanto è accaduto in Catalogna con la creazione di moltissimi posti di lavoro in vari settori quali i media, l’insegnamento e in generale in tutti i settori produttivi.

La situazione sarda è lontanissima da quella catalana nonostante la maggior parte dei Sardi parli la Lingua Sarda o una delle quattro lingue “alloglotte”: il Gallurese, il Sassarese, il Catalano - Algherese, e il Tabarchino di Carloforte e Calasetta. Ma anche chi non parla una di queste varianti linguistiche ancora le capisce.

Secondo il Comitadu dunque questa è la situazione migliore perché si realizzino delle politiche linguistiche a favore delle minoranze presenti in Sardegna, in modo da offrire ai giovani sardi la possibilità di utilizzare le proprie competenze nella loro terra senza dover emigrare.

Tuttavia i politici, nonostante qualche segnale incoraggiante, sembrano sordi a tali richieste. E anche l’ambiente universitario deve fare di più per la Lingua Sarda attraverso la richiesta di finanziamenti statali.

Per andare oltre i vecchi stereotipi che offrono un’immagine distorta della Lingua Sarda e per stimolare una nuova stagione di ricerche sulle lingue parlate in Sardegna, il Comitadu ha creato anche uno spazio su Facebook dove raccogliere pareri, idee e proposte da tutte le persone interessate al progetto di una università moderna e aperta alla Lingua Sarda.

Per saperne di più:
Comitadu pro sa limba sarda in s’Universidade, bene bènnidu