Questo sito contribuisce alla audience di

Su Bocabolariu Sinotticu Nugoresu Giapponesu Italianu

Di Shigeaki Sugeta, glottologo giapponese, studioso e appassionato di Lingua Sarda.

Bocabolariu Questo agile ed interessante dizionario è stato pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1984 dalla casa editrice edochiana Daigakusyorin.

Si trattava inizialmente di uno strumento pensato per aiutare e sostenere gli studenti nipponici della Waseda University che studiavano la Lingua Sarda.

Oggi Su Bocabolariu Sinotticu Nugoresu Giapponesu Italianu è un libro cult nel mondo della produzione letteraria dedicata alla Sardegna e alla sua lingua e non può mancare nella nostra Biblioteca Sarda.

Autore del vocabolario che raccoglie le 1500 parole fondamentali della Lingua Sarda è il professor Shigeaki Sugeta, glottologo conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, che ha voluto in questo modo far conoscere ai suoi studenti una parte del patrimonio linguistico sardo.

Del 2000 è invece l’edizione sarda pubblicata dalla casa editrice cagliaritana Edizioni della Torre nella quale è presente un’interessante prefazione dell’antropologa Dolores Turchi che racconta dell’amore dell’autore per la Sardegna che frequenta dal 1979, conoscitore profondo della Lingua Sarda ma anche della sua storia, geografia e della sua cultura.

Da Abba (Mizu - Acqua) sino a Zustu (Tadashii - Giusto) questo vocabolario, veloce e interessante, vuole essere un’apertura ad un pubblico maggiore rispetto a quello isolano in modo che la Lingua Sarda possa incuriosire ancora.

Ecco la versione in Lingua Sarda dell’articolo:

Su Bocabolariu Sinotticu Nugoresu Giapponesu Italianu
Su fueddarieddu sardu - zaponesu de Shigeaki Sugeta ki arregollit is 1500 fueddus prus de importu de sa lìngua sarda nugoresa.

Bessiu sa primu borta in su 1984 in Giaponi, po sa domu imprentadora Daigakusyorin de Tòkyu, cumenti aina e agiudu po is istudiantis giaponesus de lìnguas arromanzas anke sa Waseda University, Su Bocabolariu Sinotticu Nugoresu Giapponesu Italianu est unu cult intr”e is librus sardus chi no podit amancai in sa Biblioteca Sarda cosa nostra.

Autori de s’obra ki arregollit “sas 1500 paragulas fundamentales de sa limba sarda” est Shigeaki Sugeta su professori, glotòlugu connotu in totu su mundu ki at assentau una parti de sa sienda linguìstiga sarda po da trasmiti e fai connosci a su pòpulu orientali.

S’editzioni sarda, in su 2000 est arribada gràtzias a sa domu de imprenta casteddaya Edizioni della Torre, chi d’ant arrikia de una prefatzioni scrita de Dolores Turchi s’antropòloga, ki narat a pitzus de s’autori de su fueddàriu:

“Est namorau de sa Sardìnnia e nci benit de su 1979. A s’interessu po sa lìngua sarda aciungit una conoscèntzia giogràfiga i antropològiga ki di permitit de tenni una mirada crara de sa terra e de sa genti ki nci bivit…”

Duncas, incumentzendi de Abba (Mizu - Acqua) fintzas a Zustu (Tadashii - Giusto) custu fueddarieddu lestru e curiosu bolit essi puru “su sinnu de s’obertura a unu mundu meda prus mannu po sa Sardìnnia”.

Per saperne di più / Po ndi sciri de prus:
Su bocabolariu sinotticu nugoresu giapponesu italianu
«Limba» made in Japan

Link correlati