Questo sito contribuisce alla audience di

Dicembre in Lingua Sarda

Mesi de Idas, Mesi de Paschixedda, Nadale.

santas Mes”e Idas e Mes”e Paschixedda, Nadale, Nadali e Nadabi sono i termini più diffusi in Lingua Sarda per indicare quello che in Lingua Italiana è detto mese di dicembre.

Il nome Mesi de Idas potrebbe richiamare la denominazione latina delle Idi: idus o éidus era infatti il nome del quindicesimo giorno del mese di marzo, maggio, luglio e ottobre, e il tredicesimo giorno negli altri mesi.
Questa è la teoria avanzata da quasi tutti i linguisti.

Tuttavia il termine idas potrebbe essere entrato ancora prima nella Lingua Sarda moderna ed affondare le proprie radici in idh cioé la radice indo-europea dalla quale deriverebbe il termine sanscrito edhas che indica un legno da ardere, ma anche il verbo greco aitho che significa appunto accendere, ardere e splendere. Anche in altre lingue (tedesco e gaelico, per esempio) tale radice sarebbe alla base di alcuni termini e verbi che indicano il fuoco e il bruciare.

Pertanto non è escluso che idas indichi proprio il fuoco in senso materiale per l’antica usanza di accendere fuochi già nel mese di dicembre o la luce nel senso religioso cui queste feste erano legate, cioè la fine dell’inverno e della parte più oscura dell’anno e l’inizio della parte più luminosa.

Non è un caso che importanti feste come quella di Santa Barbara il quattro, San Nicola il sei e Santa Lucia il tredici dicembre abbiano in comune l’accensione di un falò che in altri paesi della Sardegna ritroviamo per le feste di Sant’Antonio Abate, Sant’Antoni de su fogu in sardo, o San Sebastiano che cadono a gennaio.

Ma è possibile che il termine indichi anche l’usanza diffusa in tutto il mediterraneo, ancora presente in Catalogna col nome di Tiò de Nadal, dell’accensione del ceppo domestico.

Infatti il Natale in Sardegna è sempre stata una festa per lo più domestica, dedicata alla famiglia e agli amici. E proprio da questa ricorrenza derivano le altre denominazioni presenti in sardo: Nadali, Nadabi nel centro-sud e Nadale al centro e al nord. In Campidano è presenta anche la forma Mes”e Paschixedda dal nome del Natale in campiadanese, Paschixedda appunto.

Leggi anche:
Il calendario sardo
Novembre in Lingua Sarda
Le filastrocche per imparare i mesi in Lingua Sarda