Questo sito contribuisce alla audience di

Gratzia Dore, una fèmina de gabbale

A Olzai il 4 dicembre 2010 presentazione del saggio monografico scritto da Francesco Casula.

gratzia dore In occasione della manifestazione Autunno in Barbagia, che farà tappa ad Olzai dal 3 al 5 dicembre 2010, gli studenti olzaesi del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Nuoro organizzano la presentazione del volume Gratzia Dore scritto da Francesco Casula ed edito dalla Alfa Editrice.

L’appuntamento è per sabato 4 dicembre alle ore 17.00 presso la Sala del Consiglio Comunale di Olzai.

La monografia su Grazia Dore è inserita nella collana in Lingua Sarda Omines e feminas de gabbale composta da quindici volumi dedicati agli uomini e alle donne sarde di grande valore e che costituiscono un esempio di sardità ancora valido al giorno d’oggi: “nosu naraus est un’òmini de cabali, o est unu de pagu cabali, o non ddu at cabali, non at scaburtu cabali perunu - ha scritto Franca Marcialis nella presentazione della collana - Essi òmini de cabali bolit nai essi onestu, de caratteri forti, abili, sabiu, dinniu de essi apreziau”.

Fèminas de gabbale come Eleonora d’Arborea, Grazia Deledda, Marianna Bussalai, e òmines de gabbale come Antonio Gramsci, Emilio Lussu, Amsicora, Giovanni Maria Angioy, Antioco Casula Montanaru, Giuseppe Dessì, Francesco Masala, Giovanni Lilliu, Sigismondo Arquer, Antonio Simon Mossa ed Eliseo Spiga.

Si tratta di personaggi che gli studenti studenti sardi “non avranno l’avventura di trovare e studiare nei libri scolastici che, ancora impostati in una logica italocentrica, continuano a censurare gli scrittori, i poeti, gli intellettuali sardi e soprattutto sardofoni” scrive Francesco Casula, autore della monografia su Grazia Dore e di altre dieci della collana.

Per saperne di più:
Olzai - Presentazione libro in lingua sarda