Questo sito contribuisce alla audience di

Lèbius nci passamus in sa terra

L'edizione in Lingua Sarda del romanzo Passavamo sulla terra leggeri di Sergio Atzeni.

lebius Sergio Atzeni era un sardo-europeo innamorato della letteratura creola. L’idea stessa della mistura è chiaramente una delle chiavi di lettura dei suoi romanzi più conosciuti.

Si tratta di opere senza limiti che hanno avuto il merito di aprire i confini della produzione letteraria sarda alla realtà pluringuistica contemporanea presente anche in gran parte della prosa attuale in Europa e nel resto del mondo.

Nei racconti di Sergio Atzeni questo sentimento di appartenenza a storie più antiche che hanno lasciato tracce nel nostro modo di essere sono importantissime, come nel linguaggio dei personaggi di Bellas mariposas che mischiano italiano e sardo, spagnolo e catalano. O come nell’utopia sarda di Passavamo sulla terra leggeri dove l’antica e fantastica lingua degli antenati continua a vivere nei nomi dei luoghi.

Un mondo, quest’ultimo contenuto nel capolavoro di Sergio Atzeni, che oggi è possibile visitare anche in Lingua Sarda Campidanese grazie a Lèbius nci passamus in sa terra: la traduzione realizzata da Franco Medda, ginecologo di professione ma esperto di Lingua Sarda per passione, pubblicata nel 2010 dalla casa editrice Condaghes di Cagliari nella collana àndalas.