Questo sito contribuisce alla audience di

Presentata la Conferenza Regionale sulla Lingua Sarda

Circa il 70% della popolazione dichiara di conoscere la variante della Lingua Sarda parlata nella zona in cui risiede, ma solo il 13% dei bambini fa conversazione in sardo con i propri familiari.

limba Una Limba Normale perché è necessario dare alla Lingua Sarda una collocazione normale e non occasionale, ecco perché l’Assessore alla Pubblica istruzione della Regione Sardegna ha deciso di intitolare in questo modo la Conferenza Regionale della Lingua Sarda in programma a Fonni dal 9 all’11 dicembre 2010.

Durante il simposio fonnese verranno presentate le linee guida del Piano triennale per la lingua e la cultura sarda, piano di fondamentale importanza per la realizzazione di progetti “che diano solidita’ alle nostre radici, alla nostra tradizione ed alla nostra lingua”.

“Non vogliamo che la nostra lingua - ha affermato l’assessore Milia durante la conferenza stampa di venerdì 3 dicembre nella sala della Biblioteca Regionale a Cagliari- rimanga confinata in alcune zone, sempre più ristrette, della Sardegna”.

Infatti, secondo i dati di un’indagine presentata durante la presentazione della conferenza, circa il 70% della popolazione dichiara di conoscere la variante della Lingua Sarda parlata nella zona in cui risiede, ma solo il 13% dei bambini fa conversazione in sardo con i propri familiari, ha sottolineato invece Giuseppe Corongiu, direttore del servizio Lingua e cultura sarda della Regione.

Le zone dove è maggiore lutilizzo del sardo sono il Goceano, la Barbagia, le Baronie e la Gallura.

Per questo la Regione Autonoma della Sardegna punterà principalmente sugli strumenti offerti dalla scuola e dall’insegnamento della Lingua Sarda nell’ambiente scolastico in modo che tutte le varianti parlate in Sardegna ritornino ad essere strumento di comunicazione paritario alla Lingua Italiana.

Una ricchezza culturale che i Sardi non si possono permettere il lusso di perdere, soprattutto in un mondo come quello di oggi dove tradizioni e cultura sono di fondamentale importanza.

E la lingua lo è ancora di più, specialmente nel contesto europeo ed italiano, dove è presente una tendenza “moderna” alla salvaguardia e all’utilizzo delle lingue minoritarie e regionali. Senza dimenticare tra l’altro che la legislazione europea e quella italiana affermano il principio di tutela di tale lingue.

Inoltre è stato presentato il festival cinematografico Babel dedicato alle minoranze linguistiche che si svolgerà a Cagliari dal 6 all’11 dicembre 2010.

Leggi anche / Càstia puru:
Comunicau de s’Acadèmia de su Sardu
La denuncia di iRS nei confronti del doppio standard
Cultura e Lingua Sarda: le graduatorie
Un osservatorio per la cultura e la lingua sarda
Programmazione radiofonica in lingua sarda
Piano triennale per la Lingua Sarda
Sparita la Lingua Sarda
Lettera alle più alte cariche della Regione Sardegna sulla Lingua Sarda