Questo sito contribuisce alla audience di

I comuni delle Lofoten

Le isole Lofoten sono raggruppate in 6 comuni, ognuno dei quali raccoglie diverse isole, tutte meravigliose

Flakstad

Il comune di Flakstad comprende l’isola di Flakstad e la parte nord dell’isola di Moskenes.

La strada E10, chiamata anche la strada del re Olav V attraversa tutta l’isola da Flakstad fino a Å. I più grandi agglomerati sono situati lungo la costa, come, per esempio, il capoluogo Ramberg, nelle cui vicinanze si trova la chiesa di Flakstad in legno massiccio, costruita nel 1780.

Caratteristico villaggio di pescatori è Nusfjord. Qui vive dal 1994 un famoso italiano, Michele Sarno,che ha aperto un laboratorio artigianale di argenteria: gli italiani che si recano alle Lofoten sono invitati a visitarlo, saranno accolti con grande calore.

Da Napp parte il sentiero culturale Flakstadstien , che arriva a Østre Nesland, un villaggio abbandonato con edifici antichi ben conservati. Lungo la strada si trova Storbåthallaren, un conosciuto centro abitato del medioevo.
Altre locaità: Sund, Vikten, Mølnarodden e Fredvang, dove si trova l’unica panetteria di Flakstad.

Moskenes

Il comune di Moskenes è situato nella parte sud dell’isola di Moskenes. Il suo paesaggio è particlarmente aspro, con coste frastagliate e piccole insenature.

La regione di Moskenes è una delle più culturalmente attive, con gallerie d’arte, biblioteca e scuola di musica.

A Refsvika si trova Kollhellaren una grotta dove sono stati scoperti dipinti che risalgono a più di 3.000 anni fa. Ad Å si trova il famoso museo della pesca e il museo dello stoccafisso.

Nel villaggio di Sakrisøy si trova il museo di bambole e di giocattoli di Dagmar.

Tra le bellezze naturali da segnalare il bellissimo fiordo di Reine.

Altre località: Hamnøy, Sakrisøy e Sør-vågen.

Curiosità: nel 1906 viene installato a Sørvågen il secondo telegrafo senza fili del mondo e nel 1928 la prima stazione radiotelefonica della Norvegia.

Røst

A 115 km a Nord del Circolo Polare si trova la regione di Røst, che comprende 365 isole e isolotti.

Røstlandet, dove vivono tutti gli abitanti del comune, è l’isola più grande ed è collegata ad un paio di altre isole da ponti. Il suo paesaggio è molto diverso: piatto e coperto di paludi e stagni e circondato dalle altre isole alte e frastagliate, Storfjellet, Vedøya, Trenyken e Hærnyken.

In queste zone troviamo numerose colonie di uccelli, per un totale di un quarto degli uccelli di mare di tutta la norvegia.

Curiosità: nel gennaio del 1835 il campanile della chiesa di Røst venne scoperchiato a causa di una forte tempesta e volò con tutte le campane sul cimitero, dove si trova ancora oggi.

Værøy

Si trova nalla parte più a sud del comune delle Lofoten. Circa il 90% della popolazione abita a Sørland.

Nei pressi della spiaggia di Mølbakken sono stati ritrovati resti dell’età della pietra e del periodo vichingo.

In queste isole si possono trovare diverse colonie di uccelli di montagna.

La chiesa più antica delle Lofoten si trova qui a Værøy, a Nordland.

Vågan

Il comune Vågan comprende quasi tutta l’isola di Austvågøy, Gimsøya e altre isole tra cui Henningsvær e Skrova.

Svolvær è la capitale delle Lofoten, ha circa 4120 abitanti. Il simbolo della città è la famosa Svolværgeita: una cima di montagna a forma di corna, rinomata tra gli scalatori. E’ una cittadina culturalmente molto attiva, ha scuole con diversi indirizzi, gallerie d’arte e teatri.

Altri centri: Storvågan, Kabelvåg, Henningsvær, detta anche la Venezia delle Lofoten e collegata alla terraferma tramite un ponte, Digermulen e Raftsundet

Rinomati per godere del sole di mezzanotte sono Gimsøy e Laukvik.

Infine Hov, oltre ad essere un posto paesaggisticamente molto suggestivo, è anche un importante sito archeologico, dove sono state ritrovate tombe dell’età vichinga.

Vestvågøy

In questa regione è molto diffuso lo sci: oltre varie piste per lo sci alpino vi si trova anche un trampolino per il salto.

Una delle località più importanti è Gravdal, dove si trova l’ospedale delle Lofoten.

A Borg si trova un importante museo vichingo, il Lofotr Vikingmuseum. Qui è stata scoperta la più grande dimora di capi vichinghi: si possono visitare le sale ricostruite e capire come vivevano queste popolzioni.

A Stamsund si trova la scuola artistica per i bambini di Vestvågøy e un piccolo museo della guerra.

Altre località sono Ballstad, dove si trovano molte rorbu, Leknes, centro amministrativo e commerciale, Fygle, centro di equitazione, Holsøyene, dove si trovano tombe vichinghe.

Luoghi panoramici da segnalare: Unstad, Eggum e le spiagge Vik e Haukland

Ultimi interventi

Vedi tutti