Questo sito contribuisce alla audience di

Le dimore degli dèi

Asgardhr, Valhalla, Alfheimr, Vanaheimr: i regni degli dèi nella mitologia nordica

Nella mitologia nordica non esiste un solo olimpo, esistono diverse dimore per gli dèi.

Gli Asi vivono al centro del mondo, nel cielo. Il loro regno si chiama Asgardhr. E’ un’enorme fortezza dentro la quale sono stati costruiti imponenti palazzi e due bellissimi templi, uno appartiene ad Odino e l’altro è destinato alle dee.

La dimora di Odino all’interno del tempio è il Valhalla. Qui vengono accolti i guerrieri che muoiono combattendo, scortati dalle Valchirie, divinità femminili che si recano sui campi di battaglia per raccogliere gli eroi caduti in guerra. Le Valchirie offrono agli eroi birra e idromele, prodotti dalle mammelle della capra Heidhrun che bruca la chioma dell’Yggdrasill, l’albero del mondo.

Nel Valhalla gli eroi si esercitano nel combattimento e nella lotta, in attesa dell’ultimo giorno, quando le cinquecentoquaranta porte del Valalla si apriranno e tutti gli eroi usciranno insieme con Odino per combattere l’ultima battaglia.

Asgardhr è collegato alla terra dell’arcobaleno Bifrøst: questo ponte viene controllato dal dio Heimdallr, che ha una vista acutissima e un udito così fine che, si dice, possa sentire il rumore dell’erba che cresce nel prato e della lana sul dorso delle pecore.

I Vani vivono, invece, nel Vanaheimr, situato anche questo nel cielo.

Esiste un luogo nel cielo appartenente al dio Freyr: l’Alfheimr, ‘Terra degli elfi’. Si dice che il dio l’ebbe in regalo quando gli spuntò il primo dente.

Nell’ Alfheimr vivono anche gli Elfi luminosi, esseri di natura divina; si dice siano più belli del sole.

A loro venivano offerti sacrifici, sono esseri legati alla natura e alla fertilità. Si narra che abbiano la capacità di dare colore e profumo ai fiori.

Gli Elfi scuri, invece, vivono nei tumuli come i morti; spesso venivano quindi associati agli spiriti dei morti della famiglia.

Per la loro caratteristica di vivere sotto terra, gli elfi scuri sono spesso identificati con i nani.

Ultimi interventi

Vedi tutti