Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Le mutazioni consonantiche

Domanda

Buongiorno!Frequento la facoltà di Lingue e Lett. straniere e sto preparando l'esame di filologia germanica ma non riesco ad avere le idee molto chiare. sto cercando di preparare degli schemi che possano aiutarmi e vorrei sapere se in rete trovo qc riguardo le mutazioni consonantiche. Può gentilmente aiutarmi?Grazie, Sara

Risposta

Leggi di Grimm

I

indoeuropeo *p, *k, *qw, *t in germanico passano rispettivamente a f, h, hv, th (þ).

Cfr. gotico broþar, latino frater.

II

indoeuropeo *b, *g, *gw, *d in germanico passano rispettivamente a p, k, q, t.

Cfr. gotico taihun, latino decem.

III

indoeuropeo *bh, *gh, *gwh, *dh in germanico passano rispettivamente a b, g, gw, d.

Cfr. gotico beidan, sanscrito bhédati.

V'è poi la legge di Verner, che è un'eccezione alla I legge di Grimm. Ciò che avviene secondo la I legge si verifica solo se le consonanti d'origine indoeuropea si trovano tra vocali, consonanti liquide e nasali e viceversa, e se l'accento indoeuropeo non cade sulla sillaba precedente.

sar*** - 17 anni e 4 mesi fa
Registrati per commentare