Questo sito contribuisce alla audience di

Le case famose di Londra

La storia delle case più famose di Londra (da 'Knowledge of London' di Roger Sligo): La casa di Wat Tyler

Uno dei possedimenti più cari di Fishmonger’s Hall è il pugnale di oltre 30 cm preservato impeccabilmente, che uccise Wat Tyler nel giugno del 1381, rendendo la rivolta dei contadini un fallimento.

L’uomo che massacrò Wat Tyler era un commerciante di pesce e il Lord Mayor di Londra, William Walworth.

Il pugnale si trova in uno speciale contenitore di vetro, con una statua di Walworth a grandezza naturale col pugnale in mano in piedi sopra la scalinata.

Walt era un uomo conosciuto di Maidstone che aveva guidato qualcosa come 10.000 uomini di Kentish a Londra. La prima fermata era stata Blackheath per raccogliere insieme i contadini. Il loro numero mise in allarme il 14enne re Richard XI, che vedendoli confessò i suoi peccati nell’Abbazia di Westminster e cercò rifugio nella Tower of London.

Allo stesso tempo i contadini dell’Essex guidati da Jack Straw si riunirono a Clerkenwell Green dopo aver saccheggiato St John’s Priory, e gli uomini di Wat irruppero nella City fermandosi soltanto a Southwark per bruciare i bordelli e liberare le donne lì tenute.

Una volta sul London Bridge, aprirono le carceri dei debitori di Fleet Street.

Raggiunsero l’Arcivescono di Canterbury nella Torre e bruciarono centinaia di libri legali a Temple. Poi andarono a Savoy Palace (dove oggi c’è il Savoy Hotel) dove molti degli uomini di Wat Tyler si ubriacarono di vino di John Gaunt, l’esattore delle tasse del Re, e perirono nell’incendio che avevano appiccato.

- continua -