Questo sito contribuisce alla audience di

TERMINATA DOPO 44 GIORNI L'IMPRESA "ABOVE THE BELOW"

Domenica 19 ottobre, alle ore 21.30 circa (ora inglese), l'illusionista americano è ucito dalla gabbia in plexiglass nella quale era rinchiuso dal 5 settembre senza cibo! L'insolita impresa gli frutterà quasi otto milioni di euro.

Alla fine DAVID BLAINE è riuscito nell’impresa: rimanere per ben 44 giorni, per l’esattezza 63.360 minuti, rinchiuso nella scatola di plexiglass (2 mt. x 2 mt.) senza poter mangiare e solo bevendo acqua (176 litri).
La scenografia del Tower Bridge di Londra ha reso affascinante questa “sfida” che l’illusionista americano ha voluto lanciare a sé stesso e chi gli ha fruttato l’interesse dei media di tutto il mondo, dei 25.000 visitatori che si sono dati appuntamento sotto la cassa e quasi otto milioni di euro in diritti televisivi (Sky), editoriali e d’immagine.

BLAINE è stato oggetto di sabotaggi, di uova lanciate contro la cassa, di rumori di tamburi suonati mentre dormiva e di una grigliata di “simpatici” spettatori che hanno improvvisato una succulenta cena sotto gli occhi sbalorditi del digiuno e affamato illusionista!

Anche i giornali, i telegiornali e programmi televisivi italiani hanno dedicato a BLAINE spazio e approfondimenti. Nel programma di Canale 5 “BUONA DOMENICA” Maurizio Costanzo ha rinchiuso, copiando l’idea, un protagonista del GRANDE FRATELLO che è rimasto rinchiuso per circa sei ore nella cassa sospesa. No comment.

Molti giornali hanno paragonato DAVID BLAINE al mitico HARRY HOUDINI: è da anni che prestigiatori più o meno famosi cercano invano di emulare il grande HOUDINI che rimane semplicemente inimitabile, unico.

Adesso l’illusionista dovrà essere riabilitato a mangiare, dovrà lentamente riprendere a fare attività fisica, sesso compreso.

Sarà appagato di questo successo BLAINE?
I suoi fans stanno già pensando a quale potrà essere la sua nuova incredibile impresa, mentre lui più semplicemente conta i secondi per far sparire “senza trucco” la frittatina che chiedeva il 28mo giorno di permanenza nel suo incubo di plexiglass.

Nei Links quattro articoli sulla fine dell’impresa di BLAINE.