Questo sito contribuisce alla audience di

Torta di rose e ricotta

Un segreto nascosto tra le mura dei conventi napoletani, viene menzionata per la prima volta nel 1540 in occasione della festa della rosa, ma le origini pare siano ben più antiche.


La manifestazione del maggio dei monumenti, e’ giunta alla sua XV edizione, e in una delle primissime, il mattino regalava un inserto di poche pagine con le ricette conventuali napoletane questa è tratta dal menu benedettino riproposto nel convento di Napoli 8/9 maggio 1993 San Gregorio Armeno in occasione delle manifestazione Monumenti a Porte aperte

Un segreto nascosto tra le mura dei conventi napoletani, viene menzionata per la prima volta nel 1540 in occasione della festa della Madonna dell’Idria o della rosa, ma le origini pare siano ben più antiche.
La ricetta originale prevedeva una farcitura con panna e mirtilli e veniva sfornata dalle benedettine di S. Gregorio Armeno,

Torta di rose e ricotta

Ingredienti
- gr 400 di farina;
- gr 300 di ricotta;
- 3 uova,
- gr 200 di zucchero;
- un bicchiere di latte;
- la buccia grattugiata di un limone;
- i petali di due rose;
- cinque foglie di menta;
- liquore dolce.

Per la farcitura: panna, mirtilli, succo di limone, una spruzzata di Cognac

Esecuzione:
Sbattete le uova, unite la ricotta, lo zucchero, il latte e la farina versata a pioggia. Aggiungete quindi la buccia grattugiata del limone, i petali di rosa e le foglie di menta tagliate sottili. Lavorate bene l’impasto, aggiungete il liquore dolce e versate in una teglia dai bordi alti. Cuocete in forno a calore moderato per 40 minuti. Lasciate raffreddare, tagliate il dolce a strati a farcitelo con panna, mirtilli, succo di limone e una spruzzata di Cognac. Decorate con petali di rosa. Conservate in frigo per almeno un’ora prima di servire.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti