Questo sito contribuisce alla audience di

Caruso: Il Tenore Gourmet

Enrico Caruso, il più qrande tenore di tutti i tempi, voleva essere ammirato per la sua abilità di cuoco.

BUCATINI ALLA CARUSO

….E si esibiva con le sue ricette nelle cucine dei vari ristoranti italiani della Little italy di Brooklyn, che lui stesso aveva aiutato a trasferirsi a New York per ricreare un angolo della sua amatissima Napoli, pretendendo alla fine delle sue esibizioni culinarie un applauso ancor più caloroso di quello che concludeva le sue straordinarie esibizioni canore. Dicono che senteziasse, alla fine, con una punta di civetteria “Dite di me che sono un modesto tenore, ma non mi dite che sono un cattivo cuoco!” Ancora
oggi un famoso ristorante di Napoli ha nel suo menù i “bucatini
alla Caruso”
, conditi con un sugo creato da lui, mentre un altro sugo, col suo nome, ma di chiara estrazione francese, figura nella Bibbia della cucina, l’“Art Culinaire Moderne”, uscita a Parigi nel ’35 e ristampata decine di volte.

La sua ricetta
 
Ingredienti per 4 persone
3 grossi pomodori maturi San Marzano
1 peperone giallo o rosso
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino piccante
olio, origano, basilico fresco
4 zucchini
prezzemolo tritato
300 g di bucatini
Fate soffriggere nell’olio, a fuoco lento, gli spicchi d’aglio tagliati in quattro, e non appena diventano dorati toglieteli e mettete nella padella i pomodori spezzettati a mano, più un pomodoro giallo o rosso tagliato grossolanamente. Riportate a fuoco vivace e aggiungete un pizzico di origano, un’abbondante dose di basilico fresco, più il peperoncino rosso sbriciolato, con tutti i suoi semini (sono quelli che danno il piccante).
A parte friggete nell’olio gli zucchini, tagliati a rondelle e infarinati, poi condite i bucatini, cotti al dente in acqua salata, con il sugo preparato, cospargeteli con le rondelle di zucchini fritti e spolverate il tutto con prezzemolo tritato.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti