Questo sito contribuisce alla audience di

Il Ramadan

Nel mese di Ramadan il musulmano si astiene completamente da cibi solidi e liquidi (per gli scrupolosi, l’astinenza contempla anche il fumo, l’uso dei profumi, la deglutazione della saliva, oltre[...]

ramadan preghiera

Nel mese di Ramadan il musulmano si astiene completamente da cibi solidi e liquidi (per gli scrupolosi, l’astinenza contempla anche il fumo, l’uso dei profumi, la deglutazione della saliva, oltre il divieto di rapporti sessuali) dal tempo quando un raggio bianco si distingue da uno scuro, prima che il sole sorga fino al tramonto.
Durante le Notti di Ramadan i piu’ pii recitano ogni notte una parte del libro sacro.
L’inizio del periodo e’ determinato dall’apparire della luna nuova.
La fine e’ determinata dal sorgere di quella nuova seguente.
Il periodo puo’ durare dai 20 ai 30 giorni.
Il calendario dell’Islam, diversamente da quello occidentale che e’ solare, si divide in mesi lunari, basandosi esclusivamente sulle fasi della luna.
Ogni anno i giorni di Ramadan non cadono mai con la stessa frequenza l’anno lunare è più corto di circa 11 giorni rispetto all’anno solare, pertanto il mese lunare islamico impiega 33 anni per completare il giro delle stagioni (e se in un determinato anno il mese del digiuno di Ramadan cade nel pieno dell’estate, dopo sedici anni e sei mesi cadrà nella stnpone fredda): di conseguenza, Ramadan periodicamente cade in estate, causando problemi di salute e all’economia” (consideriamo la difficoltà del musulmano africano – e di riflesso di tutta la società – quando Ramadan si celebra nel pieno dell’estate: diventa una scelta scontata quella di rimanere il più possibile in casa).
muslim

Nella vita religiosa del musulmano Ramadan è talmente importante da essere considerato un pilastro, cioe un obbligo, al quale è impossibile sottrarsi, se non in casi partirolari (cf. Sura Il, 183-185); chi è in viaggio o chi i ammalato, per esempio, durante Ramadan puo’ rimandare il digiuno per praticarlo al rimpatrio o a guarigione avvenuta.
La medesima concessione è riservata anche a chi combatte nella guerra santa, gihad. Comunque sia, la dispensa dalla norma di Ramadan è solo temporanea: puo’ essere differita nel tempo, ma a nessuno e’ dato rinunciare.
Il mese di Ramadansi chiude con la grande festa di id al-fior. La «festa della rottura del digiuno» è certamente la festa più popolare nel mondo islamico.
Anche se chiamata «piccola festa» è occasione di maggiore allegria di altre festività,” perché segnala la ripresa del ritmo normale di vita.
La grande gioia che accomuna i musulmani per id al-fior si concretizza anche in un grande gesto di solidarietà per i più bisognosi: in questa festa i poveri ricevono molti doni e la comunità musulmana, Umma, ne esce rafforzata nel suo spirito.
Per consentire un’adeguata preparazione della festa anche a tavola in via eccezionale la chiamata a recarsi nella moschea avviene prima di mezzogiorno: questo non è tempo sottratto ad Allah, ma un contesto diverso per rendergli gloria.
Il piccolo Id, la piccola festa, richiama il grande Id la grande festa e’ cosi chiamata perche festeggia l’anno del pellegrinaggio alla Mecca (uno dei doveri fondamentali del mulsumano.
Cio’ non toglie che il piccolo Id sia in pratica piu’ grande del grande Id.

Pagina precedente

A tavola con le religioni di Massimo Salani Edizioni EDB Lire 55.000

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati