Questo sito contribuisce alla audience di

Puls punica

Antenata della pastiera può essere considerata quella pietanza descritta in una ricetta di Catone nel suo De re rustica:


La puls era conosciuta in tutta l’area mediterranea, ed anche Apicio racconta di una puls punica, fatta con farina, formaggio fresco, miele ed uova.
Puls punica

Far macerare in acqua 400 g di alica e metterli in uno stampo ben pulito con 1,200 Kg di formaggio fresco,

200 g di miele e un uovo. Si mescola bene tutto e si fa cuocere questo composto in una pentola nuova.

L’alica è un tipo di grano tenero molto diffuso nell’antichità mentre il miele era
l’edulcorante dell’epoca non essendo lo zucchero ancora conosciuto.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti