Questo sito contribuisce alla audience di

Il Cacciucco

La parola caciucco, ha origini turche: kuzuk, che vuol dire "piccolo, minuto"

In Toscana ha assunto il significato di “mescolanza”, e cosi  si trovano ricette di cacciucchi, composti con vari alimenti: di carne, di cacciagione, di pollo, di ceci e così via. Il più “tradizionale” cacciucco  rimane  comunque la  zuppa preparata con i pezzi di vari pesci, le cui origini  sono livornesi, occorreva una ricetta per usare le non pregiatissime  specie di pesci finite nelle reti dei pescatori.

Aldo Santini. sostiene che il piatto trova le sue radici a bordo delle galere cinquecentesche, ove si preparava per sfamare i vogatori alla catena; e rievoca addirittura, in questa palingenesi, tradizioni marinare più antiche, compresa quella fenicia.

Un’altra leggenda invece racconta di  un pescatore livornese, che era andato a pesca con la sua barca, fu improvvisamente colto da una tempesta ed affogò. Lasciò la moglie e i tre figli piccoli nella miseria, tanto che per la fame i bambini andarono dai pescatori amici del babbo a questuare del pesce. Tutti contribuirono alla causa: chi con un polpo, chi con una cicala di mare , chi con un palombetto e chi con una seppia. La mamma con i pesci raccolti dai figli preparò un piatto caldo, utilizzando erbe e pomodori dall’orto e con un po’ d’olio ne fece una salsa, che cucinò unitamente ai pesci e a dell’acqua. Poi mise in una zuppiera delle fette di pane raffermo e vi rovesciò la zuppa. Il profumo di questo cibo della provvidenza si diffuse nel quartiere, richiamando una folla di curiosi, che con grande sorpresa sentì quell’odore soave arrivare dalla tavola della povera famigliola.

Era nato così  il “Cacciucco”.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati