Questo sito contribuisce alla audience di

Il Maestro.....ed Angie

Questo articolo nasce da uno scambio telefonico, con il profeta dell'edonismo gastronomico, che alla fine risulta essere tuttaltro che antipatico, be' non ci credete, e allora date uno sguardo qui

 

Io ed il Maestro

Cosa dire del Maestro Vissani?

E’ molto colorato ed a volte eccessivo nel modi di proporsi alla gente, lo si potrebbe definire il Luca Giurato degli Chef del nostro paese, Il “messaggero dall’Olimpo del gusto….” il “profeta dell’edonismo gastronomico”

Ha una faccia simpatica, e per chi ama l’uomo robusto lo si può definire anche interessante, ma c’e’ bisogno che non parli molto :-)

Nei suoi interventi in televisione è  anche un po’ arrogante, e per niente simpatico:-) Polemico ed attaccabrighe
E da  meridionale, nonche’ campana proveniente da una famiglia che tramanda gelosamente le ricette di madre in figlia, non posso che  parlare e criticare la  sua parmigiana :-)

Bisognerebbe capire, che cosa spinge il nostro gastroprofeta a  dar sfogo alla sua creatività :-), e visto che il The’ verde è tra gli ingredienti fondamentali della sua parmigiana, direi che non avrei dubbi sul fatto che e’ un “fumatore accanito” e …  soprattutto sperare che dopo questo pezzo su di lui, non se la prendi più di tanto e ci rida su giacchè conosciamo la sua proverbiale autoironia e sappiamo che non avrà a dispiacersene… in fondo , vabbene che i miei gusti in fatto di uomini son  quelli che sono, ma lo trovo anche un uomo  affascinante, e perche’ non  trombabile :-), purche’ durante l’amplesso amoroso al culmine dell’eccitazione non mi proclami frasi dolci e sensuali del tipo: - parmigiana mia!  altrimenti poi, qui arriviamo alle offese personali :-)

Vissani, Gianfranco per i più intimi,  e’ un caro amico di Giemss Bond  ah…. gia’…. voi Giemss  non lo conoscete…. un altro personaggio estroso e folkloristico:-) facente parte della schiera delle amicizie nate nel mio girovagare nel web
Giemss  mi aveva detto che conosceva bene Gianfranco  e’ che e’ suo caro amico, ma  non solo spesso va a mangiare nel suo ristorante

Gianfranco Vissani nasce nel 1951 nella cittadella medievale di Civitella del Lago, in Umbria, e frequenta la scuola alberghiera di stato di Spoleto, e conseguito nel 1967 il diploma, lascia la sua regione per un lungo periodo di formazione durante il quale lavora nei più qualificati alberghi e ristoranti italiani, tra i quali l‘Excelsior di Venezia, il Miramonti Majestic di Cortina d’Ampezzo, il Grand Hotel di Firenze e Zi’ Teresa di Napoli.

Nel 1974 Gianfranco Vissani  fa ritorno in Umbria e vi apre il suo ristorante a Civitella del Lago. Negli anni successivi viene segnalato tra i primi in Italia in tutte le guide gastronomiche e La Guida d’Italia 1982 pubblicata da L’Espresso gli assegna la votazione di 3 cappelli, designandolo primo assoluto, posizione che ha conservato fino a oggi.
Venerdì scorso al telefono, Giemss mi preannuncia che in serata e’ a cena da, Vissani, Gianfranco per gli amici, ne abbiamo parlato diverse volte, e sa, che a me non sta molto simpatico, e nei modi di fare e nella sua elaborazione delle ricette tradizionali.

Mi annuncia che in serata mi chiamerà dal Ristorante del Maestro per farmici parlare, io rido, credendo come al solito, che si tratta dell’ennesima balla

Cosi’, verso le 22 squilla il telefono, e’ lui che mi dice: - aspetta ti faccio parlare con una persona -

E’ in giro per la sala a cercarlo, ma il Maestro in quel momento e’ introvabile, mi dice che mi richiamera’ appena lo trova.

Cosi’  é stato, non passano  neanche dieci minuti e me lo ritrovo a telefono che mi dice: - aspetta ti passo una persona -

In un primo momento sono imbarazzata, non so che dire, ma mi faccio forza e coraggio e mente lui mi dice: - piacere, Gianfranco- io gli rispondo

- che emozione, Maestro, al suo confronto mi sento una nullità e mi inchino innanzi a lei :-)

Mica potevo dirgli che detesto la sua parmigiana? al limite avrei potuto prenderlo in giro dicendo: - che prelibatezza :-)

Ma gli dico che non mancherà l’occasione per andarlo a trovare insieme al mio amico Giemss , tanto poi, paga lui :-) e sicuramente,
poi, de visu facciamo i conti con la sua rielaborazione della parmigiana :-D, che qui se solo la legge mia zia Rosa di Sorrento, comincia a dirgliene di tutti colori, per non parlare di mio Nonno Corrado, cuoco eccellente, che potrebbe rivoltarsi nella tomba :-)

Però alla fine ripensandoci, non e’ cosi’ antipatico come sembra :-)

 






Vissani
strada Statale 448, località Civitella del Lago
BASCHI (TR)
Tel: 0744/950206
 











Come arrivare
cartina su come arrivareAutostrada A1 Firenze-Roma, uscita Orvieto, poi S.S. 448 per Todi; dista 70 km da Terni.
Note
Chef: Gianfranco Vissani. Proprietario: Gianfranco Vissani. Tipo di cucina: creativa. Selezione vini: ottima. Giorni di chiusura: domenica sera, mercoledì e giovedì a pranzo. Chiusura stagionale: 25/7-25/8. Posti: 48. Prezzo medio: 155 euro. Carte di credito: tutte.

 

 

La sua ricetta della parmigiana:

 

“Tagliate le melanzane a fettine sottili e scottatele in una padella
di ferro con olio, sale e pepe. Adagiatele su un foglio di carta
paglia per far assorbire l’olio in eccesso e foderate quattro stampini
monoporzione con le fettine di melanzana.

Adagiate sul fondo dello stampino una fettina di mozzarella di bufala,
spolverate con il GRANA [
giuro, l’ha scritto lui, non io!] e con il
TE’ VERDE [
ambasciator non porta pena!… ahia!… e fermi con quel
cucchiaio!
], mettete un’altra fettina di mozzarella e ripetete fino a
riempire lo stampino. Poi fate gratinare in forno a 180° per 5 minuti.

Per preparare la salsa fate andare in una casseruola lo scalogno
tritato, aglio e alloro, fate appassire, bagnate con il brodo vegetale
e aggiungete la mozzarella di bufala a pezzetti.

Cucinate finché la mozzarella non si scioglie, togliete aglio e
alloro, passate al frullatore e filtrate al passino.

Sgusciate le code degli SCAMPI [e con questo vi ho messo
definitivamente K.O, temo
] e passatele nel tè verde. Versate la salsa
di bufala calda, adagiatevi gli scampi crudi e il tortino di
mozzarella.
Rifinite il piatto con un filo d’olio”.

 

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti