Questo sito contribuisce alla audience di

Patate in padella

Il cuciniere mascherato, in fondo, è un uomo semplice. Amante dei sapori intensi ma genuini della nostra cucina mediterranea. Anche le donne, mediterranee, però…. Ragazzi, che… buone! Ma qui il licenzioso Cuciniere si limita al cibo, quindi

 

 

 

 

Il cuciniere mascherato, in fondo, è un uomo semplice.
Amante dei sapori intensi ma genuini della nostra cucina mediterranea.
Anche le donne, mediterranee, però…. Ragazzi, che… buone!

Ma qui il licenzioso Cuciniere si limita al cibo, quindi…

Patate in padella:

Per quattro persone (come secondo piatto: per contorno calare le dosi di un 33,3333333% se siete capaci…Scherzi a parte, come contorno è perfetto per il pesce al sale, o per l’arrosto di vitello al forno)

- 750 grammi di patate. Quelle “nuove” sono le più indicate. Potete usare anche le altre ma dovrete fare attenzione nella cottura: tendono a sfarinarsi.
- Abbondante olio extravergine d’oliva. Non lesinate: non fa mare, aiuta la cottura e nessuno vi obbliga a mangiarlo (magari inzuppandoci il pane….)
- 30 grammi di burro. Quello a basso contenuto di colesterolo andrà benissimo. Il fabbricante non mi sponsorizza, però, se vi viene la pressione alta vi prescrivono i betabloccanti. E se prendete dosi massicce di questi meravigliosi farmaci il perfido colesterolo va giù e ci resta. Purtroppo restano giù anche altre cose che noi maschietti (e le nostre partner) preferirebbero conservassero almeno la possibilità di andar su e restarci quel tempo necessario per un gratificante scambio di fluidi corporei…

 

Esecuzione:

Sbucciate e tagliate le patate a cubetti piccoli (1,5 cm di lato andrà benissimo: ma, per favore, non li misurate tutti i cubetti tagliati, parlo soprattutto a voi, colleghi ingegneri. Una misura ad occhio andrà benissimo).
Mettete le patate tagliate in acqua e sale. Così acquistano sapore e non scuriscono, col tempo. Quindi potete anche tagliare al mattino e cuocere per pranzo).
Olio a scaldare in una padella dai bordi alti (scaldare non bruciare!) poi aggiungete le patate tutte insieme, scolate, ma non asciugate, salate abbondantemente, e coprite, facendo andare a fuoco massimo.
Lasciate cuocere coperto per cinque/sei minuti mescolando spesso. Quando le patate cominciano ad ammorbidirsi, scoprite e continuate a cuocere a fuoco vivo, mescolando sovente.
Questo è un punto critico della preparazione: se le patate sono di quelle che tendono a sfarinare, cercheranno di farlo adesso. Il rimedio è l’olio abbondante e la cottura a fuoco forte: così le patate formeranno una crosticina esterna che bloccherà il fenomeno e terrà intatta la forma.
Continuate la cottura mescolando spesso, fino a quando le patate non saranno di un variegato giallo/marrone. Allora aggiungete il burro e spegnete il fuoco continuando a mescolare: il burro si scioglierà ma non friggerà, aggiungendo il suo sapore non la sua frittura.
Servire tiepido.
Se avanzano è meglio: sono la base per la frittata di patate, di cui vi parlerò, prima o poi…
Un Aglianico del Vulture, a temperatura ambiente, soffice ma deciso dovrebbe essere perfetto.

 

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti