Questo sito contribuisce alla audience di

Sfiga all'Ok Corral

Da un idea di Stefano Bartezzaghi, il cinegioco il cui unico divertimento e' riuscire a storpiare titoli di film e all'occorrenza anche di libri, con riferimenti gastronomici

Il Cinegioco è un  divertimento nel riuscire  “storpiare” i titoli dei film (ma anche di libri). Ne abbiamo anche parlato al Corso di scrittura umoristica del Laboratorio Campanile 

Il gioco è cresciuto enormemente grazie ad internet a partire dalla seconda metà degli Anni ’90 approdando, infine, in una Summa conclusiva costituita dal libro, curato da Stefano Bartezzaghi, Sfiga all’OK corral” (Einaudi, Stile Libero, 1998).

 

2001 fricassea nello spazio

Todo brodo

Il fascino discreto della botte mia

Dora! Dora! Dora!

Come in uno spicchio

Non guarnite quella torta (variante di titolo altrui)

Sette spese per sette fornelli (variante di titolo altrui)

Rosmarin’s baby

Mosquito toast

Sconvolti da un insolito piattino: nella zuppa mapo e aragosta

La vita è una cozza meravigliosa

La fontina della vergine

Per favore, non mordermi quel pollo!

Il grande semifreddo

La terrina trema

La guerra dei Roastbeef

La guerra dei Four Roses

Ben Unt

Gli ammutinati del Chianti

Mortadella a Venezia

Culatello e camicia

Loliata

C’è pesto per te

Io ti salerò

La vellutata Potëmkin

Profumo di tonno

Non ci resta che ungere

Non ci resta che friggere

Dove osannano le tequile

La fonduta degli dei

I tre forni del condor

 

 

 

Amici miei astemi: Gli ammutinati del Chianti

Incitazione davanti al forno: Dora! Dora! Dora!

L’impanatura è completata: Non ci resta che friggere

Un tipo di pasta americana difficile da trangugiare: Lo strangolapreti di Boston

Non serve solo a guarnire altri piatti: La papaya è anche un frutto

Paesaggio di derrate esotiche: Le avene ed il kiwi magiaro

Rimpianto per rancio piccante: Ah, senape e vecchie gallette

Interno di aereo schiantato sulle torri (questa è di Dust-page): 2001 fricassea nello spazio

Niente anellini nella minestra: Todo brodo

Non bevo il vino degli altri: Il fascino discreto della botte mia

La panna è acida: Non guarnite quella torta

Famiglia numerosa con diversi problemi alimentari: Sette spese per sette fornelli

Virgulto di spezia: Rosmarin’s baby

Tramezzino esposto agli insetti: Mosquito toast

Coppia di naufraghi mangia quello che capita: Sconvolti da un insolito piattino: nella zuppa mapo e aragosta

Felicità di polipo: La vita è una cozza meravigliosa

Astinenza sessuale compensata da peccati di gola: La fontina della vergine

Impazienza di convitato: Per favore, non mordermi quel pollo!

Un interrato di fresco: Il grande semifreddo

Terremoto tra i fornelli: La terrina trema

Coniugi insaziabili si contendono cibi e bevande: La guerra dei Roastbeef - La guerra dei Four Roses

Campione b.hurino mangia con le dita: Ben Unt

Salume pestifero: Mortadella a Venezia

Uova e salame: Culatello e camicia

Anche da piccola, Olive Oil era in fregola per Braccio di Ferro: Loliata

Hai trovato in Internet il condimento che cercavi: C’è pesto per te

Cuoca innamorata di uomo insipido: Io ti salerò

Nella cucina russa non c’è solo l’insalata: La vellutata Potëmkin

Deodorante che stimola l’appetito: Profumo di tonno

Persi i concorsi, si prova con le raccomandazioni: Non ci resta che ungere

Messicani ubriaconi: Dove osannano le tequile

Piatto regionale da leccarsi i baffi: La fonduta degli dei

Che razza di pollo mi ha dato il macellaio? E’ troppo grosso per cuocerlo tutto insieme: I tre forni del condor

Una “e-meal” per Snoopy: C’è pasto per te.

Ed eccoci al riassunto.

Il Signore dei fornelli (Metallicafisica)

Via col vol-au-vent (Piergiuseppe)

Arsenico e vecchie polpette (Placidasignora)

The big chili (Metallicafisica)

Torte a Venezia
Odissea nelle spezie
Il piattino dei finti panini
Via dalla pasta colla

Mitili in giardino
I sette salumai (questa è stata in realtà detta in TV da un comico negli anni 70 o giù di lì)
Il tortello di re Salomone
Per chi è buona la Montana?
Polpo basso

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • claudia cadoni

    16 Oct 2009 - 00:21 - #1
    0 punti
    Up Down

    eh, ma l’idea del gioco non era di stefano e le regole non erano quelle che applicate voi ma più rigide: una sola lettera o, eventualmente, un fonema.
    Ve lo dice una che in quel cinegioco si è divertita, su Golem, un mondo, con gli altri quattro compari.
    Siamo diventati pure amici, specialmente dopo esserci ritrovati a Venezia, con stefano e danco, per la festa del redentore.
    Con l’eccezione di marco sabatini.

    Vi lascio immaginare quanto ci si sia divertiti, cecilia colombini, duccio battistrada, andrea cerino io e gli altri, piazzati su un barcone da carico e sparati, via canal grande, in bacino san marco, a cenare e ad aspettare i fuochi d’artificio.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti